AGROPOLI

LA TRAGEDIA DI AMALFI,COMMOZIONE PER LA MORTE DI ANTONIO SELMI

ANTONIO SELMISi spezza la scala a pioli poggiata al tronco di un albero di albicocche e cade al suolo battendo con violenza la testa. La tragedia che ieri pomeriggio ha sconvolto la costiera si è consumata in pochi attimi alle porte di Amalfi, nel primissimo pomeriggio di ieri.
Qui ha perso la vita Antonio Selmi, persona molto conosciuta e rispettata in paese per la sua sorprendente mitezza. Quello che in altri casi si classifica come un banale incidente domestico si è trasformato in un dramma che ha scosso la comunità amalfitana. Selmi, 70 anni compiuti, era il marito di Antonietta Amatruda che due anni fu candidata a sindaco di Amalfi. Prima donna a tentare la corsa alla poltrona di primo cittadino, la Amatruda, oltre che consigliere comunale di opposizione, è soprattutto owner della storica cartiera in cui si produce da tempi immemorabili la preziosa carta amalfitana.Ed è probabilmente qui, nell’azienda di famiglia, che ha appreso la notizia della tragedia. Il marito infatti pare fosse da solo a casa quando si è verificato il terribile incidente. Nel fondo agricolo attiguo all’abitazione in località Vettica, pare fosse salito su una scala per raccogliere alcuni frutti da un albero, quando il sostegno ha improvvisamente ceduto. Ad accorgersi dell’accaduto sarebbero stati alcuni vicini che hanno immediatamente lanciato l’allarme. Sul posto è giunta un’ambulanza del 118 i cui sanitari, nonostante i tentativi praticati per rianimarlo, non sono riusciti a salvare la vita allo sfortunato 70enne. Per loro non vi è stato altro da fare che costatare il decesso il cui referto è stato consegnato ai carabinieri della stazione di Amalfi che hanno eseguito sul luogo dell’accaduto una serie di accertamenti stabilendo poi l’esatta dinamica.Mario Amodio