AGROPOLI SPORT

L’AGROPOLI IN RITIRO A CICERALE DAL 30 LUGLIO,IL CENTRO COLLINARE PRONTO AD ABBRACCIARE I DELFINI

Giampalo Gorelli segretario e team manager dell’Agropoli ha stretto l’accordo con il nuovo sindaco di Cicerale Gerardo Antelmo per il ritiro dell’Agropoli a partire dal 30 di luglio.E’ già dunque all’opera la macchina organizzativa di Cerruti in vista della definizione societaria che dovrebbe esserci luned’ 21 luglio. Il campo è di nuova generazione per l’erba sintetica,i delfini potrebbero rimanere in collina fino al 18 agosto quando giocheranno in coppa Italia la prima partita ufficiale.La scelta di Cicerale va anche in onore di un grande dirigente dell’Agropoli di Cicerale scomparso da qualche anno il mitico Giovanni Cafasso.Grande soddisfazione anche per il presidente onorario Bruno Meola anche lui originario del ridente centro collinare cilenrano.

 

Novità in arrivo sul fronte societario tutto top secret,si fa per dire,poi le cose si sanno sempre.la città del cece che l’anno scorso ospitò Ancellotti in estate quest’anno è pronta a far festa ai delfini ripescati in serie D per meriti sportivi e primi nella graduatoria nazionale.Un risultato di grande prestigio sul quale il sindaco Adamo Coppola si soffermerà nei prossimi giorni e dopo il riassetto della società. Sul fronte allenatori Cerruti è fermo sulla scelta di Squillante ma che può contattare solo a società fatta nonostante le pressioni che riceve quotidianamente da Foglia Manzillo. Se invece dovesse arrivare Taccone Bucaro potrebbe essere in concorrenza con Squillante ma costa troppo. Alfonso Pepe e Feola sono stati contattati da Gaglione a titolo personale e senza nessun incarico da parte del sindaco o di Cerruti,la società ancora non c’è.Si tratta comunque di due grandi allenatori e di ottime persone.Proprio questi passi avanti non autorizzati stanno facendo spazientire non poco Cerruti il quale è seccato.Ma non può essere tutto positivo.Cerruti ha fatto capire di non voler rimanere solo con il cerino in mano ed esplodere ma di voler una società in grado di garantire il campionato,il sindaco è d’accordo.Il presidente ha fatto capire che ci potrebbe essere anche una clamorosa rinuncia se le cose non si mettono nel verso giusto e ripartire dall’eccellenza e sarebbe grave oltre che un tremendo danno alla città e allo sport cilentano.SerVes

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.