AGROPOLI

MAGLIANO VETERE,DISPOSTA L’AUTOPSIA PER LA DONNA TROVATA MORTA NELLA CASA DEL SAGRESTANO,I CARABINIERI INDAGANO

CASA MAGLIANO
La casa dove è stata trovata la donna

MAGLIANO VETERE.E’ stata disposta l’autopsia sulla  donna di 36 anni, originaria di Bellizzi, M. A., nata in Svizzera e residente a Bellizzi, che da circa due anni viveva nella frazione Magliano Nuovo, è stata ritrovata esanime nell’abitazione di G. N., 40 anni, sagrestano della chiesa del paese, “Santa Maria Assunta”. È stato proprio l’uomo a fare la macabra scoperta nella serata di lunedì, quando ha chiamato l’agenzia di servizi funebri dicendo di aver trovato la giovane senza vita. I responsabili dell’agenzia funebre, giunti sul posto hanno trovato la donna su un letto matrimoniale, l’aspetto e l’espressione composti, il volto scavato, le occhiaie, il corpo smunto e rachitico. Queste le condizioni in cui versava la donna. Insospettiti dalla situazione – nella stanza non c’erano tracce di medicinali  – e dalle risposte vaghe del quarantenne, gli addetti dell’agenzia funebre hanno chiesto l’intervento dei carabinieri e del 118. Sul posto dunque sono subito sopraggiunti i militari della vicina stazione di Monteforte Cilento e un’ambulanza da Gioi Cilento.Secondo il medico legale, che ha eseguito un primo esame esterno del corpo della vittima, la donna sarebbe morta per anoressia o per cattiva nutrizione qualche ora prima del ritrovamento, dunque nel primo pomeriggio di lunedì. La salma intanto è stata pertanto sequestrata e trasportata all’ospedale “S. Luca” di Vallo della Lucania”, a disposizione dell’autorità giudiziaria, in attesa dell’autopsia che sarà fissata in questi giorni.Sono state informate della vicenda anche la mamma e la sorella della vittima, residenti in un paese della provincia di Avellino. M. A. si era trasferita a Magliano Vetere da due anni e viveva in casa del sagrestano. Poco o nulla si sa, però, sul legame che univa i due e sulle motivazioni che avevano condotto la vittima a lasciare Bellizzi per Magliano. In paese pochi la conoscevano e pochissimi avevano scambiato qualche chiacchiera con lei, alcuni addirittura non sapevano neppure della sua esistenza. Il sagrestano vive a Magliano da circa sei anni, da quando la madre era morta e lui aveva deciso di lasciare Ponte Barizzo per tornare nel paese del padre. Le indagini sono state affidate ai carabinieri di Vallo della Lucania, diretti dal tenente Mennato Malgieri. Il sagrestano intanto già nella serata di lunedì è stato ascoltato come persona informata dei fatti.

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.