AGROPOLI

MARINA DI CAMEROTA IL SINDACO ROMANO SI DIFENDE: “NON POTETE PRENDERVELA CON ME,SONO FIDUCIOSO NELLA GIUSTIZIA”

 
Antonio Romano sindaco di Camerota è tra le quattro persone indagate per la morte di Crescenzo Della Regione lo studente 27enne di Giugliano ucciso lunedì notte da un masso staccatosi dalla parete rocciosa all’interno della discoteca “Il Ciclope”. ”Sono sereno e convinto che il corso delle indagini stabilirà la verità sull’accaduto – ha detto Romano all’ANSA -. Sono a disposizione della giustizia per la ricerca della verità su quanto accaduto – prosegue Romano – il mio pensiero di vicinanza è, a nome personale e della comunità che rappresento, per la famiglia Della Ragione che ha visto spezzata la giovane vita di Crescenzo.Sono convinto che il corso delle indagini – conclude il primo cittadino di Camerota – stabilirà la verità sull’accaduto e escluderà responsabilità da parte del sindaco di Camerota. Certo è che questa morte non ci doveva essere per quanto era stato predisposto dal Comune di Camerota, dagli altri enti competenti e dal concessionario della dis

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.