AGROPOLI

MARINA DI CAMEROTA,ALLA SPIAGGIA DEL MINGARDO L’ACQUA DEL MARE E’ SPORCA ALLARME

 inquinamento camerota-kbjG--180x140@CormezIl fenomeno, che si era già affacciato nei giorni scorsi, ha assunto contorni più allarmanti. Marina di Camerota – o almeno un tratto del mare che la bagna – si presentava così questa mattina ai bagnanti sconfortati dei lidi della spiaggia del Mingardo. Le chiazze di colore giallastro, che fino a ieri erano state «tollerate», essendo divenute molto più estese hanno dissuaso anche i più temerari dal bagnarsi. Non è dato conoscere l’origine di questo fenomeno inquinante così evidente a pelo d’acqua. Qualcuno, specie tra i titolari degli stabilimenti balneari che avevano cominciato a fronteggiare il malumore dei bagnanti, nei giorni scorsi aveva avanzato l’ipotesi di una macerazione delle alghe. Ma è evidente che ci si trova di fronte a qualcosa di ben diverso e che a questo punto merita d’essere indagato con gli strumenti opportuni.