AGROPOLI

MARINA DI CAMEROTA,CARABINIERI SALVANO UN CINQUANTENNE CHE STAVA ANNEGANDO

carabinieri_spiaggiaCondizioni meteo – marine così pericolose, ad agosto, sulla costa di Camerota, non le ricordavano da tempo. Quanto è successo il giorno di ferragosto, nello specchio acqueo antistante la località “Cala del Cefalo”, ha un sapore eroico. Una storia drammatica con il lieto fine grazie ad il provvidenziale intervento di una pattuglia di Carabinieri che perlustravano la zona.Questi i fatti. Con un forte vento di maestrale proveniente da nord ovest, i militari della Stazione di Marina di Camerota, con il Comandante a bordo, Luogotenente Massimo Di Franco, si sono accorti di un bagnante in difficoltà annaspare tra le onde a circa 40 metri dalla costa. Percepita immediatamente la drammaticità della situazione, i due militari non hanno esitato a scendere sulla scogliera e, dopo essersi ancorati, hanno lanciato in acqua un salvagente assicurato con una cima di recupero, con il quale sono riusciti a tirare il corpo dell’uomo, ormai esanime, sino a riva, salvandolo dalla furia del moto ondoso.Il villeggiante, un 50enne della Provincia di Salerno, dopo essersi ripreso, ha ringraziato i due Carabinieri per l’eroico gesto, i quali sono stati applauditi dalle numerose persone presenti.

 

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.