AGROPOLI

MARINA DI CAMEROTA,CURIOSITA’ PER I NUDISTI MA TANTO RISPETTO

raduno naturisti
Tanta curiosità ma soprattutto rispetto. Nella giornata di ieri molti bagnanti  si sono affacciati sulla spiaggia del Troncone riservata ai naturisti per dare uno sguardo al raduno regionale. Francesco De Gennaro presidente di UniCa pania e gli altri duecento amanti del nudo integrale hanno accolto tutti con estrema serenità e un sorriso sulle labbra. Per una felice combinazione, ieri  primo giugno è stata celebrata anche la giornata mondiale del naturismo, indetta dall INF (International Naturist Federation ). Quella di Camerota è
è l’unica spiaggia autorizzata del Sud Italia. Il raduno che si concluderà oggi ha richiamato naturisti provenienti da tutta Italia. E più di qualcuno ha deciso di andarli a conoscere incuriosito dalla notizia. Questo è quanto accaduto ieri mattina ad un “tessile”(così i naturisti chiamano chi va al mare in costume ). “Quando sono giunto sulla spiaggia del troncone -racconta – la prima tentazione (ed è naturale che sia così) è stata quella di fare cadere lo sguardo sui loro copri nudi perchè la nostra formazione culturale ci induge prima a dare una valutazione estetica farcita di sguardi moralisti. É stato un attimo… Subito dopo il mio  sguardo si è incrociato con il loro ed il mio sorriso sarcastico si è spento, scorgendo nei loro occhi un sentimento di serenità”. I nudisti non ti conoscono, ma ti sorridono, e si capisce subito che nessuno di loro ti guarderà male se sei in costume, e nessuno di loro chiamerà i carabinieri per farti spogliare. Ti spiegano che la tolleranza e la socializzazione sono i valori base del loro modo di vivere il naturismo. Se qualche moralista ben pensante li avesse spiati nella giornata di ieri avrebbe assistito ad uno spettacolo davvero inconsueto: si sono divertiti a scontrasi  al gioco del tiro alla fune e alla corsa dei sacchi, per poi gettarsi tutti insieme al mare tenendosi mani per mano. Stando una giornata al mare con loro ci fa capire che i momenti di aggregazione sono infiniti nei loro incontri. Anche l’ora di pranzo è una festa. Ognuno porta qualcosa da mangiare e se lo offrono a vicenda. “ Ieri mattina non facevo parte di loro – racconta il bagnante tessile –  ma mi hanno chiamano invitandomi accanto a loro e mi hanno offerti  un bicchiere di vino ed un pezzo di torta. Ho guardato nei loro occhi mentre mangiavo e mi sono ritrovato a parlare con uno studente, un giornalista, un’operaio , un bancario, e mi è sembrato di essere loro amico da sempre. Ad un certo punto si sono rialzati, hanno iniziato a correte verso il mare ed io li ho  seguiti. Da questo a sfilarmi il costume è passato solo un attimo”.  Ad esprime gran soddisfazione é lo stesso presidente De Gennaro “un tessile si è avvicinati alla nostra realtà ed è riuscito ad abbracciarla in poco tempo.  Credo che il naturismo oggi debba relazionarsi con il mondo intero e dare una giusta e sana informazione di che cosa rappresenta realmente. Intanto il raduni si concluderà oggi con una conferenza stampa alla quale sono stati invitati a partecipare i soci, i simpatizzanti e tutte le associazioni naturiste d’Italia. Tra i relatori il sindaco di Camerota Antonio Romano, Carlo Alberto Castellani di “Redazione Vita Naturista”, Francesco De Gennaro, presidente UNI Campania, il delegato al Demanio Marittimo di Camerota Alfonso Esposito e il presidente FIBA Cilento Raffaele Esposito. Tra i temi in discussione,  la possibilità di rendere Marina di Camerota una meta turistica naturista europea come avviene in alcune località francesi che hanno fatturati di diversi milioni di euro grazie a questa branca del turismo.Carmela Santi