AGROPOLI

MI VERGOGNO DEI POLITICI DI CAPACCIO di Pierluigi Caroccia

Pierluigi Caroccia1Quando organizzammo il corteo con l’associazione “Salviamo l’ospedale di agropoli”, con a capo l’avv. Basile, vidi che c’erano tutti i sindaci del cilento, tranne il mio, ma nemmeno un rappresentante della giunta comunale, nemmeno un assessore o consigliere, c’erano i cittadini e non i politici, quelli che dovevano essere i primi ad esserci, invece no… e già lì la presi male, molto male. Oggi vengo a sapere che si sono “schierati” con il nemico, quello che noi abbiamo combattutocon tutte le nostre forze, piccole forze, ma con tanta voglia di vincere(IL RIFERIMENTO AI SETTE CHE HANNO FORMATO UN GRUPPO PER CALDORO NDR). Non posso dire altro che mi VERGOGNO di coloro che sono passati dall’altra sponda, poi non uno, ma addirittura 7.. chi cambia continuamente partito politico, vuol dire che di politica non capisce un cazzo, e non ha un proprio ideale politico, bensì va dove butta il vento… chiudo con il titolo della poesia di Primo Levi… “SE QUESTO E’ UN UOMO”Pierluigi Caroccia

PIERLUIGI CAROCCIA E’ IL BAGNINO SALVATO ALL’OSPEDALE DI AGROPOLI IL QUALE STA COMBATTENTO IN PRIMA FILA PER L’OSPEDALE CHE GLI HA RESTITUITO LA VITA