AGROPOLI

“MIO FIGLIO E’ INNOCENTE” E’ AL QUINDICESIMO GIORNO DI SCIOPERO UN ANZIANO DI 79 ANNI

sciopero famePagani. È arrivato al quindicesimo giorno di sciopero della fame il settantanovenne Mario Vitolo che ha iniziato la protesta per sensibilizzare le istituzioni del governo centrale e i vertici della magistratura sul caso che ha visto la condanna del figlio Luigi a ventitrè anni di reclusione per omicidio passionale. «Insisto che venga fatta luce sul caso dell’omicidio di Ernesto Porpora – spiega Mario Vitolo – insisto perché le istituzioni preposte si rendano conto della inconsistenza delle indagini a suo tempo condotte, della loro inconcepibile superficialità e della loro grande approssimazione che sono costate la durissima condanna di mio figlio».

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.