AGROPOLI

MONTECORICE,FEDELI CONTRO IL PRETE AD AGNONE SI APPELLANO AL VESCOVO: “MANDALO VIA”

Don Pasquale papa durante una celebrazione
Don Pasquale papa durante una celebrazione

MONTECORICE. Fedeli contro il parroco ad Agnone Cilento, la più grande frazione del comune di Montecorice. Da tempo, infatti, i rapporti tra buona parte della comunità e don Pasquale non sono idilliaci. Dopo un periodo di “tregua” è riesplosa negli ultimi giorni la protesta. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata al rientro della processione di San Giuseppe nella chiesa della Madonna del Carmine. Il motivo della diatriba è il debito che il prelato avrebbe maturato per il restauro del campanile. “Il parroco ha preteso ancora una volta i soldi dalla comunità parrocchiale per ripagare il debito contratto per il restauro del campanile. Con tutti i soldi che sono stati versati in oltre venti anni, non è possibile una cosa del genere. Avremmo fatto una chiesa completamente nuova” dicono i fedeli. Non è la prima volta però che parroco e comunità litigano ad Agnone. Già nell’estate di due anni fa i fedeli contestarono al prelato, lo stesso da oltre venti anni, di aver chiuso l’oratorio e di aver eliminato il doposcuola così come il gruppo teatrale. E non finisce qui. Perché le polemiche non mancarono in quell’estate anche in occasione del restauro della Madonna del Carmine tanto che la Confraternita locale pubblicò su Facebook un lungo testo di disapprovazione. Lamentele che, sempre negli anni addietro, sono giunte anche sul tavolo del vescovo di Vallo della Lucania, Monsignore Ciro Miniero. “Abbiamo più volte chiesto alla diocesi di prendere dei provvedimenti, abbiamo ricevuto solo rassicurazioni. In pratica, invece, non è successo nulla” sottolineano gli autori del dossier. Ma a quanto pare le lamentele non sono servite a nulla perché ad oggi non è stato preso alcun provvedimento, mentre ogni domenica sono sempre di meno i fedeli che si recano presso la parrocchia guidata da don Pasquale. “Non ne possiamo davvero più” concludono i fedeli in rivolta. Non è la prima volta che si verificano simili episodi nel comune di Montecorice. Famosi sono, infatti, gli screzi tra la comunità di Ortodonico, frazione collinare, ed il parroco don Massimo.Antonio Vuolo

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.