AGROPOLI

MONTECORVINO PULIANO,PUC ARCHIVIAZIONE PER IL SINDACO DI GIORGIO

DI GIORGIO SINDACOTanto rumore per nulla. Si chiude prima ancora di iniziare, nella fase istruttoria, il procedimento giudiziario a carico del sindaco Domenico Di Giorgio. Le ipotesi di reato contestate al primo cittadino di Montecorvino Pugliano dal Sostituto Procuratore del Tribunale di Salerno dott. Carmine Olivieri, abuso d’ufficio, turbata libertà degli incanti erano riferite a scelte amministrative relative al PUC.La richiesta d’archiviazione a firma dello stesso sostituto Procuratore Olivieri perché non si ravvisano gli estremi di reato, è stata accolta dal Giudice per le Indagini Preliminari, dott.ssa Emiliana Ascoli.Il nuovo responso giudiziario giunge a qualche mese dalla sentenza del Tribunale Civile di Salerno per quanto concerne la legittimità del Trust Parco Aurora e dalla pronuncia di inammissibilità ad opera della Corte d’Appello penale di Salerno in riferimento ai ricorsi proposti dal costruttore Imposimato e segue gli altri pronunciamenti che hanno visto il sindaco Domenico Di Giorgio e l’amministrazione comunale al vaglio dell’autorità giudiziaria: dal ricorso per incompatibilità di carica nel 2006 all’archiviazione fatta dalla Corte dei Conti per la Giunta Di Giorgio, riguardo l’affidamento del servizio di raccolta rifiuti comunale.Il sindaco Domenico Di Giorgio, pregevolmente difeso dall’avvocato Stefano Della Corte, ha accolto con viva soddisfazione le conclusioni dell’Autorità giudiziaria.CONTINUA A LEGGERE

“A fronte di un numero assolutamente spropositato di esposti,segnalazioni e denunce fatte all’Autorità Giudiziaria, depositate nel corso degli anni – dichiara l’avvocato Stefano Della Corte, nei quali il Sindaco ed altri componenti dell’amministrazione sono stati accusati praticamente di tutti i reati previsti dal codice penale, deve rimarcarsi che l’unico procedimento ritenuto idoneo sul piano indiziario per chiudere le indagini nei confronti del Sindaco, a seguito dei chiarimenti forniti all’Autorità Giudiziaria, e’ stato archiviato per insussistenza del fatto. Si può essere soddisfatti.”“Con atto a firma del sostituto procuratore della Repubblica, dott. Carmine Olivieri,  di richiesta di  archiviazione accolta dal GIP dott.ssa Emiliana Ascoli del Tribunale di Salerno, si è provveduto ad archiviare in quanto non si ravvisano gli estremi di reato in riferimento a tutto il procedimento che ha riguardato la mia persona, precisando che risulta l’insussistenza materiale del fatto – dichiara il sindaco Domenico Di Giorgio. È questa un’importante decisione che accolgo con  profonda soddisfazione e che conferma la mia fiducia rispetto alle attività svolte dagli organi giudiziari”.In otto anni d’attività amministrativa sono stato sempre persuaso d’agire nella legalità e nel rispetto delle norme, principi che sottendono tutti i procedimenti posti in essere dall’Amministrazione di Montecorvino Pugliano. A conferma di quello che ha rappresentato la mia vicenda personale vi sono tutti i pronunciamenti che nel corso di questi anni l’autorità giudiziaria ha formalizzato e che hanno visto l’emersione di una sola verità: l’implicito riconoscimento della qualità dell’azione amministrativa improntata sul rispetto del cittadino e la legittimità degli atti”.“Il mio rammarico – continua Di Giorgio – resta legato all’azione continua di denuncia e delazione posta in essere da soggetti presenti sul territorio, il cui unico interesse è rappresentato dalla necessità di bloccare l’azione amministrativa posta in essere. A tale riguardo, avendo avuto la possibilità di accesso agli atti del procedimento concernente la vicenda PUC, ho rilevato tutta una serie di denunce sottoscritte, dichiarazioni rese ed accertate dalle autorità giudiziarie,  che a chiusura del procedimento non hanno avuto alcun riscontro. A tal proposito, annuncio pubblicamente la volontà e l’intenzione di voler dare seguito ad un’azione civile nei confronti di questi soggetti per aver danneggiato la  mia persona, la mia famiglia e leso l’immagine di un territorio, di una istituzione e di una funzione. Nei prossimi giorni – conclude il sindaco di Montecorvino Pugliano – provvederò con i miei legali ad incardinare l’azione civile e a chiamare alle proprie responsabilità quanti hanno volutamente e consapevolmente affermato il falso”.