AGROPOLI

MORI’ A BISCEGLIE ALLA FAMIGLIA ARRIVA LA FATTURA PER LA RIMOZIONE DEL CADAVERE,IL SINDACO DI BISCEGLIE SI SCUSA E SI ACCOLLA LE SPESE

ragazza bisceglieSALA CONSILINA – Ha destato scalpore la storia di una famiglia di Sala Consilina. Maria Dorotea Di Sia morì, a maggio, in un tragico incidente stradale a Bisceglie. Il corpo della povera ragazza venne trasportato all’obitorio da una agenzia funebre convocata dalla polizia municipale e, nei giorni scorsi, la famiglia si è vista presentare una fattura dal Comune di Bisceglie per il pagamento del trasporto.
La vicenda, pubblicata questa mattina sul Mattino.it è giunta anche all’orecchio del sindaco di Bisceglie, l’avvocato Francesco Spina che ha “scoperto” così la disfunzione burocratica ed è immediatamente intervenuto per cancellare quell’odiosa richiesta: «Pagherà il Comune di Bisceglie. Ci scusiamo con la famiglia Di Sia».

La nota del sindaco di Bisceglie

Ho preso atto, con vivo rammarico, della spiacevole situazione in cui si è ritrovata la famiglia della giovane Maria Dorotea Di Sia, deceduta tragicamente qualche mese fa a Bisceglie, ed ho immediatamente fermato il provvedimento di riscossione inviato dagli uffici comunali. Il Comune di Bisceglie provvederà a coprire queste spese. Esprimo alla famiglia la vicinanza sincera dell’intera comunità biscegliese.