AGROPOLI

NAPOLI: SALUMIERE ABBANDONATO DA CITTA’ E ISTITUZIONI, VINCE LA CAMORRA / VIDEO

In molti ricorderete Ciro Scarciello, titolare di una salumeria in un quartiere di Napoli balzato agli onori delle cronache per aver raccontato, dinanzi alle telecamere della Rai, quanto successo fuori al suo esercizio commerciale a seguito di un atto intimidatorio della camorra terminato con il ferimento di una bambina di 6 anni. Parlare troppo è costato molto caro a Scarciello che, attraverso i social network, ha fatto sapere di essere costretto a chiudere la sua salumeria dopo essere stato abbandonato da città e istituzioni. “La camorra ha vinto ancora“, questo il messaggio di Luigi Leonardi, altro imprenditore perseguitato dalla camorra per essersi ribellato al racket ed averla denunciata. Lo stesso Leonardi ha nuovamente intervistato Scarciello il quale ha annunciato la chiusura del suo esercizio commerciale accusando politici e media di averlo usato per “cavalcare l’onda mediatica” all’epoca dei fatti per poi sparire totalmente. In effetti, dopo la denuncia di Scarciello, giornalisti, politici e numerosi cittadini, si sono riversati nella sua salumeria esprimendo il massimo della solidarietà, mentre alcuni politici gli hanno stretto la mano e fatto promesse finora non mantenute. In conclusione, la salumeria Scarciello chiude i battenti mentre i mercatini abusivi gestiti dalla malavita del quartiere continuano ad esserci. Francesco Nettuno

 

VIDEO DI LUIGI LEONARDI:

VIDEO: “MINFORMO”

 

sergio
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.