AGROPOLI

NAPOLI,IL PAPA FERMA L’AUTO PER BACIARE UN BAMBINO DI ANGRI

PAPA BAMBINO DI ANGRIPapa Francesco, nel suo infinito amore, ha sempre una carezza e un bacio per i bambini che si avvicinano a lui. E così è stato anche nella visita di questa mattina a Pompei, durante la quale ha fermato il suo tragitto in papamobile, tornando indietro per prendere in braccio il piccolissimo Giovanni, di sei mesi, con due grandi occhi azzurri, tenuto al petto dalla mamma Arianna e il papa’ Alessio, arrivati da Angri con il fratellino Marco di due anni. «Abbiamo atteso dalle 5 di questa mattina l’arrivo di Papa Francesco – racconta Alessio – Siamo cosi’ felici adesso. Non credevo che il Papa abbracciasse e baciasse mio figlio». I due giovanissimi genitori piangono per l’emozione. Come loro, anche chi ha potuto solo sfiorare il Papa, stendergli la mano, ricevere una carezza, si sente come invaso da nuova grazia. E quando il piccolo Giovanni e’ stato riportato alle braccia dei suoi genitori, la gente intorno tentava di toccarlo, accarezzarlo, come a voler portare a casa il tocco del Papa attraverso il corpicino del bambino che aveva baciato.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.