AGROPOLI

NON SI APRE IL PARACADUTE E MUORE UN CARABINIERE ORIGINARIO DEL VALLO DI DIANO

ANTONIO BIANCOE’ morto un carabiniere in Sud Africa perché un paracadute non si è aperto Si chiamava Antonio Bianco. Il 40enne è nato e cresciuto a Nichelino in provincia di Torino ma i suoi familiari sono tutti di Montesano sulla Marcellana e spesso il carabiniere rianeva qualche giorno dai parenti nel Vallo di Diano. La comunità è a lutto e il sindaco ha espresso le condoglianze alla famiglia.Antonio Bianco, 40 anni appuntato dei Carabinieri in servizio presso l’Ambasciata italiana in Sudafrica e figlio del maresciallo Gaetano Bianco, ex comandante della stazione dell’Arma di Nichelino (Torino) , è morto sabato durante un lancio con il paracadute.Secondo le prime ricostruzioni del fatto, Antonio Bianco, già paracadutista del Tuscania, si è lanciato come aveva fatto decine di volte nella sua vita, ma questa volta qualcosa è andato storto. Non è chiaro se ci sia stato un problema tecnico al paracadute o se sia atterrato troppo velocemente.Sta di fatto che Antonio Bianco si è praticamente schiantato al suolo. Per lui non c’è stato nulla da fare. Il padre Gaetano racconta: “Stava facendo un corso per diventare istruttore di livello superiore. Aveva fatto un lancio al mattino ed era andato tutto bene, quello successivo è stato fatale”.La famiglia di Antonio Bianco è originaria di Montesano: il sindaco Donato Fiore Volentini, l’amministrazione comunale e tutta la comunità esprimono vicinanza ai familiari per la terribile tragedia che li ha colpiti.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.