AGROPOLI

OCULISTA SALERNITANO CADE DALLA SUA MOTO SUL CERVATI,INTERVENTO ALLA SPALLA PER GIUSEPPE TRAVERSI

ambulanza_nottePIAGGINE. Incidente in moto sul Monte Cervati: medico salernitano salvato grazie all’intervento degli agenti del Corpo Forestale dello Stato a Piaggine. È accaduto ieri mattina, pochi minuti dopo le 12, lungo un sentiero impervio a circa 1700 metri di altezza.Ad avere la peggio un oculista salernitano, il 56enne Giuseppe Traversi. Il professionista era salito in montagna in moto, con un gruppo di quindici centauri salernitani per un’escursione. È accaduto tutti in pochi secondi. Il medico ha perso improvvisamente il controllo della moto, forse a causa di una fossa resa invisibile dalla neve: è sbalzato dal mezzo ed è finito violentemente sul terreno.Sono stati gli amici ad allertare immediatamente i sanitari del 118 che hanno chiesto a loro volta l’intervento del Corpo Forestale dello Stato per poter raggiungere il luogo dell’incidente. Non è stato facile per i forestali della stazione di Piaggine, diretti dall’ispettore Gildo Infante, arrivare sul posto con la jeep di servizio. La zona è particolarmente impervia, difficile da raggiungere anche con un fuoristrada. Il medico è stato immobilizzato e trasportato sul mezzo della Forestale fino in località Sant’Elia dove ad attenderlo c’era un’ambulanza del Soccorso Sociale. Poi il trasferimento presso l’ospedale di Roccadaspide. Le condizioni di salute del medico non sono particolarmente gravi ma, probabilmente, dovrà subito un intervento alla spalla. Intanto i forestali stanno cercando di ricostruire con esattezza la dinamica dell’incidente. Purtroppo non è la prima volta che si verificano incidenti di questo tipo in montagna. «In alta quota – spiegano i Forestali – è necessario mantenere sempre la massima attenzione. Il consiglio è di non incamminarsi mai da soli e di portare dietro sempre un telefono cellulare con i numeri di emergenza. Poi mai sfidare la natura, se lazona è particolarmente impervia meglio evitare». Lo scorso anno nella stessa zona del Cervati si persero due cercatori di funghi originari del Diano e furono ritrovati dopo otto ore di ricerche, stremati dal freddo e dalla fame, dai forestali.Vincenzo Rubano

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.