AGROPOLI

OGLIASTRO MARINA,RABBIA,SDEGNO,LUTTO E COMMOZIONE AI FUNERALI DI ANGELO RUSSO

morte ragazzo ogliastro marinaSi era sentito male la sera di Santo Stefano,il benzinaio di Ogliastro marina Angelo Russo 37 anni,era a casa,un infarto gli ha fermato il cuore e la vita che condivideva insieme alla passione per la Juventus. Amatissimo nel comune di Castellabate,mai un malore,mai una malattia che avrebbe potuto far presagire una fine del genere.Disponibile con tutti,lavorava in un distributore di carburanti di famiglia. In tanti hanno voluto abbracciare il fratello Fabio, le sorelle Ornella e Maria Rosaria, e tutti gli altri parenti ai funerali che si sono svolti nella chiesa della Madonna delle Grazie a Ogliastro marina.E c’erano anche tanti palloni bianconeri davanti casa sua per sancire e timbrare il suo amore per la vecchia signora del calcio italiano quella Juventus ispirazione delle sue passioni e sposa di ogni momento della giornata. A celebrare l’omelia don Bruno Lancuba una volta parroco di Ogliastro marina vecchio amico di Angelo. E il corteo funebre era ricco di persone di tutte le età,tantissimi i giovani presenti,era stimato e rispettato Angelo Russo la cui morte improvvisa squarcia il silenzio e la pace della festività e le trasforma in una disperazione nella quale tutta la comunità è precipitata.Troppo bravo era quel ragazzo di 37 anni pacioccone e simpatico e troppo funesta è stata la notizia della sua dipartita.Un lavoratore con l’amore per la Juventus cosi’ sarà ricordato ma anche per il messaggio che ha saputo dare alla società,di bontà,umiltà e disponibilità.Chi scrive non lo ha conosciuto se non nel racconto degli amici ma è bastato per capire la grandezza del personaggio.Raccogliere la sua disponibilità,il suo perbenismo e la sua bontà è l’imperativo della comunità che Angelo ha servito e lasciato.Serves

 

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.