AGROPOLI

OSPEDALE DI VALLO DELLA LUCANIA L’AMICO DI PECORARO SCANIO BORRELLI NELLA BUFERA

Ora tutti parlano di questo consigliere regionale capace di pubblicare qualcosa di sconcertante che mai era successa nell’ospedale di Vallo Della Lucania.Noi lo conosciamo bene avendo lavorato giornalisticamente a Napoli,era il braccio destro di Pecoaro Scanio uno dei politici più scadenti mai esistiti in Italia.Quando in redazione c’è arrivata la nota con quello che diceva gli altri l’anno pubblicata noi no perchè sappiamo chi è e come fa politica.LA REDAZIONE

—————————————————————————————————————————

Una riflessione di Michele Vitiello su una vicenda dai contorni assurdi ” Non molti giorni fa ho avuto modo di verificare l’approssimazione di questo Consigliere Regionale dei Verdi. Dopo avergli fatto notare una profonda caduta di stile, dato che faceva speculazione politica sui morti della palazzina di Torre Annunziata, mi ha appellato come “camorrista” senza nemmeno conoscermi. Ho evitato di querelarlo perché ho senso dell’ironia. Ma a quanto pare non la smette di usare impropriamente la sua funzione. Oggi la UIL ne chiede le dimissioni. Certe persone hanno un’attitudine all’autodistruzione, le lascio fare.” Ma cosa è successo? Pare che Borrelli abbia attaccato l’ospedale di Vallo della Lucania per un disservizio che non c’è stato e poi smentito, a questo punto l’attacco anche di Forza Italia

IL COMUNICATO STAMPA DI FORZA ITALIA

“Il consigliere Borrelli ha costruito la sua carriera principalmente su fake news. Scoop abusivi, ricostruzioni fantasiose spacciate per notizie e calunnie contro i suoi avversari politici. Questa volta però ha esagerato: diffondere un video falso su maltrattamenti mai avvenuti all’ospedale di Vallo della Lucania è di una gravità inaudita. Fa bene la UIL a difendere il lavoro dell’equipe sanitaria di Vallo. Il commissario regionale alla sanità, De Luca, deve prendere provvedimenti immediati e pretendere le scuse immediate e le dimissioni del consigliere dalla commissione regionale sanità, di cui non è degno di essere componente. Questa volta Borrelli ha ragione ad essere verde. Di vergogna”. Lo dichiarano, in una nota congiunta, i componenti del gruppo regionale di Forza Italia: Armando Cesaro (capogruppo), Ermanno Russo, Flora Beneduce, Giampiero Zinzi, Monica Paolino, Severino Nappi, Mariagrazia Di Scala.

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.