AGROPOLI

PALINURO DIVENTATA LA CAPITALE DELLA TRUFFA,CASE FANTASMA IN PRIMO PIANO

palinuro 1
UNO SCORCIO DI PALINURO

Sono decine e decine i turisti vittime nelle ultime settimane di truffe on line per case vacanza «fantasma» a Palinuro. E le denunce ovviamente sono fioccate come non mai in questo periodo. Gli annunci sotto accusa sono apparsi su diversi siti on line e sono piuttosto invitanti: appartamenti con tre stanze in pieno centro a Palinuro, nelle vicinanze della nota piazzetta, al modico costo di 300 euro per una settimana. E così è facile che qualcuno si faccia allettare e cada nella rete dei truffatori.

LE DENUNCE – «Ho visto l’annuncio su di un sito molto famoso– racconta uno degli ultimi truffati che vive a Portici –, 300 euro un appartamento per una settimana per cinque persone proprio in pieno centro a Palinuro. Ho contattato la persona telefonicamente ed ho anche versato con bonifico bancario una caparra di 100 euro. Poi quando sono arrivato sul posto non sono riuscito a trovare l’appartamento. Ed ho avuto infine la triste sorpresa che questa casa non esisteva e che già prima di me molti altri erano caduti nella trappola». Sono centinaia gli annunci falsi sparsi sulla rete. Le foto sono rubate su internet da altri siti e il contatto esposto è un numero di telefono di cellulare, il «truffatore proprietario» dà un nome di fantasia, la casa offerta ha sempre un prezzo insensatamente basso: se una settimana costa normalmente 1000 euro, il prezzo dell’annuncio truffa è drammaticamente più basso di 300-400 euro, anche meno della metà. Al telefono spesso, ma non in questo caso, il truffatore non risponde, ma si fa lasciare dei messaggi per poi richiamare. Finge di conoscere casa e località ma dice una marea di inesattezze. Una volta contattato, il truffatore dice che il proprietario gli ha affidato alcune case in gestione ad un prezzo eccezionale. Nella maggior parte dei casi si fa mandare i soldi della caparra tramite vaglia, ma in questo caso anche con bonifico. E al momento dell’arrivo nella località balneare il cellulare che vi ha dato non risponde più e la casa “affittata” se esiste veramente in quella via è stata già affittata dal vero proprietario che è ignaro di tutto.

CAPITALE DELLA TRUFFA – Quest’anno Palinuro per questo tipo di truffe è stata la più gettonata. «Questo anche perché il turista che arriva a Palinuro è cambiato – ci spiega un operatore turistico del posto – prima venivano in primavera, massimo nel mese giugno a vedere di persona le case, oggi si basano su annunci fasulli e quando sono veri si tratta di affitti abusivi che vanno a penalizzare tutto il settore. A Palinuro purtroppo il fenomeno ormai si è diffuso fin troppo». Dunque case vacanza «fantasma», ma anche un buon numero che esistono ma che vengono affittate abusivamente ed in barba ad ogni legge. «Basti guardare alcune zone di Palinuro – ci spiega lo stesso operatore turistico – come l’area dell’ex club Med gran parte della quale sottoposta a sequestro. Ebbene qui, nonostante ciò, nel mese di agosto era pieno di turisti. Il tutto ovviamente in modo abusivo».