AGROPOLI

PALUMBO CONFONDE CAPACCIO PAESTUM CON GIUNGANO,E’ UN CAOS,NIENTE ASSESSORI E SCOLLAMENTO NETTO TRA IL PALAZZO E IL TERRITORIO

Senza due assessori unico comune in Italia dopo le consultazioni del giugno scorso.Palumbo è alle prese con una gestione interna molto difficile.Messa in ordine la macchina comunale che faceva acqua da tutte le parti dopo l’avvio della campagna elettorale e fino a qualche giorno fa Palumbo non riesce a nominare altri due assessori.Quelli nominati non hanno nessuna affinità con la sua elezione.La Palmieri in questo contesto non c’azzecca.Valida professionista è solo l’espressione di suo padre grande elettore di Palumbo.Il generale Troncone era l’unico che poteva mettere in ordine i conti vista l’incapacità di tutti e dello stesso sindaco in questo settore e pilatescamente è stato chiamato per il bilancio e Franco Sica incapace e sconfitto non può dare nessun sostegno all’amministrazione e questo lo sanno tutti a Capaccio Paestum,è un valido professionista nella sua vita lavorativa ma i suoi fallimenti politici sono sotto gli occhi di tutti.Rimangono due posti,obbligatoriamente uno deve essere donna.Dopo oltre un mese dalla sua elezione il sindaco ancora non fa le nomine tenendo bloccati settori importanti della vita politica e amministrativa del comune come quello dei trasporti e della viabilità con provvedimenti capestro che dovevano mirare ad un riassetto ma che hanno contribuito a sfasciare il già delicato settore del turismo dove si sa a Capaccio Paestum,per fortuna,i privati tengono in mano i giochi.La triste vicenda legata al cinema di piazza Santini la dice lunga sugli accordi che Palumbo ha preso con alcuni privati in campagna elettorale ,i parcheggi vuoti nei pressi delle spiagge e i ritardi con i quali i pullman navetta arrivano nei posti concordati sono la dimostrazione dello scollamento che c’è tra il palazzo e il territorio almeno per quanto riguarda l’emergenza estiva ma si sa a Capaccio Paestum il turismo è un settore delicato che coinvolge il territorio per tutto l’anno.Palumbo sta facendo sforzi enormi ma non ce la fa,ancora non ha capito che Capaccio Paestum non può essere come Giungano,le dinamiche e le prospettive sono diverse.Il sindaco non riesce ad allargare gli orizzonti.Ha una mezza giunta sgangherata e fuori da ogni logica politica e amministrativa,i consiglieri non sembrano ancora all’altezza o non hanno ancora capito bene le dinamiche e per di più annunciano un aumento delle tasse e per giustificare tale azione buttano fango sui loro predecessori sostenendo che hanno trovato i conti in rosso.Un mese comunque è molto poco per dare un giudizio,ma se il buon giorno si vede dal mattino a Capaccio Paestum è molto nuovoloso nonostante in caldo afoso di questa torrida estate.Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.