AGROPOLI

PERIZIA SU LINO RENZI IL CANNIBALE DI PRIGNANO CHE A SALERNO MANGIO’ LA MADRE

l documento depositato in Tribunale dopo un anno
L’uomo aveva anche tentato di ricucire un piede tagliato

LINO-RENZI
LINO RENZI

SALERNO – Esattamente un anno fa nel frigorifero dell’abitazione di Lino Renzi, a Salerno, furono trovati parti del corpo della madre, Maria Pia Guariglia, che il figlio stava mangiando. Dopo 12 mesi è stata depositata la perizia psichiatrica in tribunale. Che svela particolari raccapriccianti di questa vicenda oramai diventata un caso perchè si tratterebbe dell’unico caso di cannibalismo materno in Europa. «La volevo distruggere per poi ricostruirla» ha detto Lino Renzi ai medici che aveva con la madre un rapporto controverso anche perchè la donna, come ha rivelato Metropolis, voleva curarlo a tutti i costi con gli psicofarmaci. «Ho mangiato mia madre. Dopo aver litigato con lei, l’ho picchiata fino a ucciderla» disse il 45enne che pensando di aver commesso un errore voleva rimediare tentando di ricucire il piede tagliato al corpo della donna. L’uomo adesso è ricoverato all’ospedale psichiatrico di Aversa.