AGROPOLI

POLFER DI AGROPOLI DECLASSATA SARA’ FORSE SOLO UN PUNTO DI APPOGGIO

POLFER-AGROPOLILa rimodulazione che riguarda uffici e presidi di Polizia di stato su tutto il territorio nazionale, a cui in queste settima si sta lavorando al Ministero dell’Interno con l’intento di ottimizzare le risorse umane e finanziarie, rischia di diminuire ulteriormente la percezione della presenza delle forze dell’ordine sui territori da parte dei cittadini. Nonostante si tratti di una proposta, ed in quanto tale non ancora attuativa, fra i poliziotti c’è già grande preoccupazione. Quattro i provvedimenti ipotizzati per la provincia di Salerno. Nel dettaglio: due di soppressione, uno di declassamento e solo uno di elevazione. L’unico caso in cui potrebbe esserci l’istituzione di un presidio riguarda l’ufficio della PolFer di Salerno, che dovrebbe diventare a tutti gli effetti una sottosezione che continuerà a disporre di 24 unità lavorative che rimarrebbero in servizio alla stazione ferroviaria di Salerno. Meno fortunati i colleghi di Nocera Inferiore perché il locale ufficio della PolFer potrebbe esser presto soppresso e le sette persone che vi lavorano dovrebbero “essere spostate – recita testualmente la circolare ministeriale contenente la proposta, protocollata martedì – al locale Commissariato oppure alla costituenda sottosezione di Salerno che si trova a 18 km”. Sempre rispetto alla presenza della Polfer, l’ufficio di Agropoli dovrebbe essere declassato e trasformato in un “punto d’appoggio”. I cinque poliziotti che ci lavorano dovrebbero essere spostati alla sezione della PolFer di Salerno (a 40 km) o a Battipaglia (34 km). Potrebbe essere invece soppressa la Squadra nautica della Polizia a Salerno e le 9 unità che vi sono impiegate dovrebbero essere reimpiegate in questure o commissariati “dove insistono le squadre” si legge ancora nella circolare ministeriale. «Queste ipotesi – ha commentato il vice segretario nazionale dell’Adp Oreste Somma – ci lasciano sgomenti, perché c’è bisogno di personale in aggiunta e non di una razionalizzazione. Stesso discorso per le risorse economiche. Il questore di Salerno sta facendo il possibile per ottenere ciò che c’è bisogno e noi siamo al suo fianco, ma attualmente a Salerno, a prescindere dalla rimodulazione, c’è una situazione non semplice».Su tutto il territorio provinciale ci sarebbe carenza di circa 100 uomini, ogni ufficio ha il 20 per cento in meno di personale. «A volte – rimarca Somma – non c’è personale per coprire il quarto turno e con gli straordinari bloccati, i pensionamenti, le malattie e le ferie siamo pochissimi». Intanto ieri mattina è stata presentata la nuova livrea delle auto della Polizia, che avrà in aggiunta il tricolore e sarà inizialmente adottata su 198 vetture.Carmen Incisivo