AGROPOLI

POLITICA,LA CARFAGNA E’ RIPARTITA DAL CILENTO MA GAGLIANO LA STOPPA: “SOLO ORA TI FAI VEDERE”

Mara carfagna salvatore gaglianoMara Carfagna sabato scorso a Cannalonga ha fatto il pienone.Lontanissimo in pieno Monte Gelbison l’ex ministro per le pari opportunità ha rivendicato il ruolo di leader ha duramente attaccato Cirielli e la sua politica e non sono mancate le frecciate ai suoi colleghi di partito Gagliano ed Eva Longo.Una dialettica composta quella tra le due fazioni all’interno degli azzurri salernitani dei quali Mara Carfagna è MARA CARFAGNA CANALONGAl’indiscussa prima donna.Da Cannalonga è partito un messaggio chiaro e determinato: ” Forza Italia c’è e non indietreggi nemmeno un pò.Mi avevano messa fuori dal partito ma ho trovato gente straordinaria,a chi mi sconsigliava la guida ho detto che sono onorata di guidarlo”. Poi presenta il suo progetto il Manifesto per il Cilento che l’onorevole Mara Carfagna ha chiesto di scrivere affinché sia inserito nel programma elettorale del Presidente Stefano Caldoro. Un’iniziativa annunciata nel corso della serata e che ha visto la straordinaria partecipazione di centinaia di cittadini, attivisti, simpatizzanti di Forza Italia accorsi alla riunione promossa dal vice coordinatore del Cilento Enzo Pasca, insieme al coordinatore Andrea Cirillo. Presente gran parte del coordinamento provinciale e molti sindaci: come il sindaco del comune di Cannalonga, Toribio Tangredi, di Vibonati, Massimo Marcheggiani, il coordinatore del Golfo di Policastro Biagio Midaglia, il coordinatore del Vallo di Diano, Valentino Di Brizzi, il coordinatore di Salerno, Antonio Roscia, il coordinatore e il vice coordinatore della Valle dell’Irno, Pasquale Lupone ed EnzoAdinoldi, il responsabile Enti Locali, Gigi Casciello, il senatore Enzo Fasano, il gruppo giovanile di Forza Italia Salerno e molti altri responsabili di zona.La risposta di salvatore Gagliano  non si è fatta attendere ed è stata durissima: “La Signora Mara Carfagna, coordinatrice provinciale di Forza Italia di Salerno, scopre che esiste anche il Cilento. Fa la parlamentare e dirigente di partito da tantissimi anni, fa la politica a tempo pieno, e solo sabato sera lancia il Manifesto del Cilento, impegnandosi a trasferirlo a Caldoro. Ma e’ normale chiedersi: ma come con una Provincia piena di tutti i poteri, e governata dal centro destra con una maggioranza bulgara nel quinquennio 2009 /2014 ; ma come con una regione di centro destra ancora in carica relativa al quinquennio 2010 – 2015 , Lei ora predispone un manifesto per il Cilento ? Amici miei, tutto cio’ e’ una conferma che vive in un’altra parte del mondo e che non si rende conto delle realta’. O è immaginabile che tale proposta nasce ora perchè fra poco piu’ di 100 giorni, sono previste le elezioni regionali ???? Da consigliere iscritto a Forza Italia sento il bisogno di chiedere scusa a tutti i cilentani, per questo inopportuno manifesto, ma consentitemi questo significa solo “MORTIFICARE L’INTELLIGENZA DI TUTTI I CITTADINI DEL CILENTO”. Per la credibilita’ della classe dirigente, a suo dire riconosciuta dai cilentani, io ci andrei cauto ed attenderei il 18 maggio, che poi non è molto lontano.”

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.