AGROPOLI

POLLICA,RIFIUTI ABBANDONATI SCATTA IL SEQUESTRO

pollica rifiutiRifiuti di ogni genere abbandonati nel cuore del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. L’ennesimo sequestro è stato effettuato nel comune di Pollica da parte dei carabinieri della locale stazione, agli ordini del maresciallo capo Lorenzo Brogna, e coordinati dal capitano Alessandro Starace della Compagnia di Vallo della Lucania. I militari hanno messo i sigilli ad un’area di circa 2000 mq in località Costantinopoli, all’interno della quale sono stati trovati rifiuti di vario genere, abbandonati senza alcuna salvaguardia per l’ambiente. Denunciate tre persone, padre e due figli, in qualità di amministratore unico della ditta che aveva smaltito illecitamente i rifiuti ed i due figli in pollica rifiuti 1qualità di proprietari dell’area. Dovranno rispondere in concorso di deposito incontrollato di rifiuti e deturpamento ed alterazione di bellezze naturali. L’area ricade, infatti, in una zona sottoposta a vincoli paesaggistico-ambientale.Nel dettaglio, i militari dell’Arma nel corso del sopralluogo hanno trovato materiale di risulta, materiale bituminoso, materiale plastico di vario genere, materiale ferroso, barattoli di vernice ed altro ancora. L’operazione è stata svolta in sinergia con il responsabile dell’ufficio tecnico del comune di Pollica, Davide La Greca, e le agenti Laura De Bellis e Giuseppina Volpe della polizia locale. L’amministratore dell’impresa si sarebbe difeso asserendo di aver stoccato temporaneamente il materiale all’interno dell’area in attesa dello smaltimento in una discarica autorizzata. Rifiuti che, a quanto pare, erano stati portati lì da una seconda impresa che ha svolto in un subappalto i lavori di interramento della linea ADSL.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.