AGROPOLI

PROTESTANO GLI OPERAI DELLA YELE MERCOLEDI’ TUTTI IN PIAZZA

PROTESTA YELEVALLO DELLA LUCANIA. Protesta pacifica il prossimo 10 dicembre alle 16,30 a Vallo della Lucania degli operai della Yele per scongiurare la chiusura della consociata del Corisa4. Ad annunciarlo un lavoratore della Yele: «abbiamo inviato una lettera al neo commissario liquidatore del Corisa4, GiuseppeVitale, alla società, all’assessore regionale all’ambiente Giovanni Romano, ai sindaci del Cilento. Chiediamo le dimissioni del commissario nominato dall’ex presidente della Provincia Antonio Iannone per incompatibilità in quanto riveste già il ruolo di sindaco del comune di Campora. Presumiamo – dice – che questi sia intenzionato a sciogliere la Yele Spa».Gli operai chiedono la proroga dell’esistenza della consociata del Corisa4 che dovrebbe cessare di esistere il prossimo 31 dicembre e dei contratti in scadenza dei 300 dipendenti che diversamente rimarrebbero senza lavoro. Inoltre viene richiesta la riapertura dell’impianto di selezione del secco di Casal Velino, chiuso da diversi mesi. Tale chiusura a seguito del mancato passaggio delle competenze ad Ecoambiente Spa «ha comportato il licenziamento di alcuni operai e la messa in mobilità di altri che non ricevono lo stipendio da diverso tempo». «L’unico sindaco – sottolineano – che al momento ci ha espresso la sua solidarietà è stato quello di Agropoli, Franco Alfieri, il quale ha chiesto di prevedere una proroga alla chiusura della Yele. Disponibilità è stata mostrata anche da Ciro Troccoli, assessore di Camerota».

Andrea Passaro

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.