AGROPOLI

PROVINCIA DI SALERNO TIENE IL CENTRODESTRA

Voto1-780x400In provincia di Salerno si è in controtendenza rispetto al dato nazionale. Qui la percentuale del Pd è stata del 36,39%, ben sette punti in più delle elezioni Politiche dell’anno scorso, ma soprattutto circa cinquemila voti in più. Dato non sottovalutare tenendo conto il forte astensionismo (alla fine è andato a votare solo il 54,60% degli aventi diritto). Altro dato interessante è che la somma delle percentuali ottenute da Forza Italia (22,79%) e da Ncd (5,93%) è praticamente uguale a quella ottenuta dal Pdl sempre nel 2013. E conferma il risultato di un anno fa anche Fratelli d’Italia che arriva al 7,91%. Scende invece il “Movimento 5 Stelle” che si ferma al 20,86%, perdendo quasi un punto percentuale. Altra curiosità, a livello provinciale la lista di Tsipras non riesce a superare il quorum fermandosi al 3,16.Ma quali sono invece i dati riferiti al comune capoluogo? Da questo punto di vista emerge il dato altissimo ottenuto dal Pd, ovvero il 45,90%. Di contro si registra un ulteriore indebolimento del centrodestra. Infatti, Forza Italia si ferma al 15,71% ed Ncd al 3,96. Insieme sono ben lontani dal 22% ottenuto dal Pdl nel 2013. Aumenta, invece, Fratelli d’Italia che dal 3,3 passa al 4,18%. Stabili i grillini, che superano di poco il 23%. Buon risultato anche per “L’altra Europa con Tsipras” al 4,83%.Ma in questa tornata elettorale sono stati davvero tanti i Comuni dove si sono registrate percentuali altissime per il Pd. Ad esempio Agropoli (43%), Baronissi (42,5%), Eboli (40,5%), Fisciano (53,20), Pellezzano (41,66%). In ogni caso sono davvero pochi i Comuni dove non si è riusciti a superare la soglia del 30%.Per quanto riguarda Forza Italia, invece, è vero il contrario. Ovvero sono pochi i casi in cui le percentuali sono molto elevate, nella maggior parte dei casi ci si discosta poco al di sotto o al di sopra della media provinciale. Da sottolineare, però, il dato di Pagani dove Fi è al 36,21 e di Nocera Superiore 28,70. Mentre a Baronissi, nonostante le Comunali, ci si ferma al 17,77. Numeri bassi anche in due roccaforti dei berlusconiani; a Scafati Fi non supera il 25,66% e a Pellezzano il 19,34%.I candidati Capitolo a parte per quanto riguarda i candidati, pochi per la verità, di Salerno. Il risultato migliore lo ottiene il consigliere regionale Anna Petrone con 36.555 preferenze. Al secondo posto abbiamo l’attuale presidente della Provincia Antonio Iannone con 21.985. Di poco inferiore il risultato del grillino MicheleCammarano: 21.223 preferenze. Poi c’è la candidata di Forza Italia Marzia Ferraioli con 16.076 voti e, quindi, l’altra grillina salernitana Isabella Adinolfi con 15.970 preferenze. Chiudono la classifica relativa alla provincia di Salerno i due esponenti di Ncd Pasquale D’Acunzi (7.662) e Gerardo Brusco (6021).