AGROPOLI

QUANTA RABBIA PER LA MORTE DI RAFFAELLA ESPOSITO ALAIA,MORTA PER SALVARE TRE RAGAZZI A PAESTUM

Si è tuffata per mettere in salvo alcuni ragazzi di una casa famiglia in cui lavorava come assistente, ma lei stessa è rimasta vittima della corrente del mare di Paestum. Raffaella Esposito Alaia, trentaquattrenne di Sant’Anastasia, è morta ieri  pomeriggio poco dopo le 15, sulla spiaggia di Torre di Mare. A lungo i sanitari del 118 hanno provato a rianimarla ma inutilmente, aveva ingerito troppa acqua.La trentaquattrenne era arrivata a Paestum ieri mattina per trascorrere due settimane di vacanza al mare assieme ai ragazzi della casa famiglia di Acerra in cui lavorava. Dopo pranzo il gruppo, che alloggiava come ogni anno in un campeggio della zona, era sceso in spiaggia e, nonostante il mare fosse agitato, alcuni ragazzi avevano deciso di fare comunque il bagno. Quando tre ragazzi si sono trovati in difficoltà a causa della corrente, non ci ha pensato due volte a tuffarsi in loro soccorso. I tre ragazzi sono stati salvati anche grazie all’intervento dei bagnini del lido accanto. Per Raffaella, invece, non c’è stato nulla da fare. Il corpo di Raffaella è nella morgue dell’ospedale di Agropoli in attesa dell’autopsia la sua morte ha gettato nello sconforto tutta Sant’Anastasia e la casa famiglia di Acerra.Si è immolata per salvare giovani più sfortunati.Paola Desiderio