AGROPOLI

REGIONE POTREBBERO SALTARE GLI EQUILIBRI NEI DELUCHIANI,ALFERI SI CANDIDA

ALFIERI CARLA FRACCISALERNO. Se De Luca non dovesse essere il candidato del centrosinistra alle prossime elezioni regionali, gli effetti saranno molteplici. Uno di questi riguarderà la composizione delle liste. Quanti saranno, infatti, coloro disposti a scendere in campo per un posto da consigliere senza lui alla guida? Se questa domanda potrebbe non interessare alcuni degli uscenti (Donato Pica ed Anna Petrone ad esempio), per altri diventa di fondamentale importanza. Tra tutti, i più toccati da questa situazione sarebbero quelli pronti a candidarsi nella lista “Campania libera”. Infatti se l’ex sindaco dovesse essere messo fuori dai giochi, è probabile che salti anche la lista che fa diretto riferimento a lui, a meno di accordi politici dell’ultimo minuto. E a quel punto cosa farà, ad esempio, Enrico Coscioni, consigliere uscente proprio di quella lista? Sarà pronto a candidarsi comunque in qualche altro gruppo o per rispetto a De Luca rinuncerà a giocarsi la partita? Discorso molto simile potrebbe essere fatto anche per l’assessore alla Mobilità Luca Cascone. L’ingegnere da diverso tempo è in campo per questa avventura, ma la farebbe lo stesso senza l’ex primo cittadino? Tanto più che in contemporanea ci potrebbero essere anche le elezioni comunali. Secondo alcuni, di fronte a questa eventualità, potrebbe anche decidere di tentare di nuovo l’obiettivo Comune e presentarsi per la Regione fra cinque anni. La possibile assenza di De Luca mette in forse anche un’altra candidatura, ovvero quella di Aniello Fiore. Quest’ultimo avrebbe anche in mente di organizzare una propria lista alle comunali in appoggio al candidato di espressione deluchiana. Riuscirebbe ad occuparsi di entrambe le cose? Insomma, la situazione è assolutamente in divenire e nessuno si sarebbe aspettato che tutto potesse essere messo in discussione così poco tempo prima dell’appuntamento elettorale. Tra coloro che sicuramente saranno candidati, indipendentemente dalla presenza o meno di De Luca, c’è l’ex assessore Enzo Maraio. L’avvocato correrà con il Psi e, secondo i bene informati, potrebbe ambire ad essere il primo della lista forte anche del sostegno nazionale del partito. Non rinuncerebbero alla sfida delle Regionali nemmeno il sindaco di Agropoli Franco Alfieri e Tommaso Amabile. Entrambi dovrebbero essere candidati nella lista del Pd a prescindere da quello che accadrà a De Luca. E stesso discorso vale anche per Carmen Guarino, direttore generale dei centri di “Rete solidale” e nome che sarebbero pronti a sostenere i renziani della prima ora, in particolare quelli di Salerno città. In ogni caso, secondo alcuni, tutto si chiarirà nei prossimi dieci giorni. Per questo termine si saprà non solo il futuro di De Luca ma anche di molti che con lui sarebbero stati pronti ad entrare in lizza per una poltrona da consigliere regionale

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.