AGROPOLI

RENZI  OGGI A SALERNO TOCCATA E FUGA

Non è voluto mancare, l’aveva promesso e ci è voluto essere. Cosi Matteo Renzi, sotto una pioggia battente, ha anticipato la sua visita a Salerno che era prevista per domani 25 aprile ma che per un convegno internazionale sul terrorismo che si avrà in Germania con gli altri grandi del Pianeta ha dovuto far declinare l’impegno già preso con De Luca per l’inaugurazione della Stazione Marittima. Con lui ci sono il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti. Renzi era stato in mattinata a Napoli a siglare proprio con De Luca il Patto per la Campania. Il Premier è arrivato in città poco prima delle 15. Appena salita la piccola scalinata che conduce alla Stazione ha esclamato: “E’ molto bella…” dopo un primo sguardo esterno. Poi, prima di addentrarsi all’interno in una visita senza giornalisti, il Presidente del Consiglio ha rilasciato poche ma importanti dichiarazioni:“Ringrazio innanzitutto il Governatore, il Sindaco di Salerno e l’autorità Portuale. L’inaugurazione ci sarà lunedì ma ci tenevo tanto ad essere presente anche se in anticipo per ammirare uno dei più straordinari capolavori di architettura contemporanea. E’ anche il modo per rendere omaggio e ricordare l’artefice di quest’opera, l’architetto Zaha Hadid”. Poi il Premier ha speso parole importanti per la città: “Salerno da diversi anni ormai sta vivendo una grande fase di trasformazione anche grazie all’apporto di archistar strepitosi e soltanto chi vive di pregiudizio non si rende conto di quanto sia grande il capolavoro che viene fatto per la trasformazione urbanistica di questa città”. Il Governatore della Campania che invece non ha rilasciato alcuna dichiarazione.Soddisfatto anche il Sindaco facente funzioni di Salerno Vincenzo Napoli che ha così commentato: “Renzi oggi era impegnato con De Luca per un importante protocollo, il Patto per il Sud. Senza il Mezzogiorno l’Italia non decolla ed il Premier questo lo ha capito effettuando un’opera di promozione generale. Sarebbe dovuto venire domani per l’inaugurazione ma ha un’agenda politica ricca di impegni che non lo vedranno presenziare all’inaugurazione della Stazione Marittima. Nonostante tutto non è voluto mancare facendo una tappa improvvisata per dare uno sguardo a quest’opera di architettura contemporanea che lustra Salerno, il Sud e l’Italia. La Stazione Marittima sarà uno degli emblemi che renderà riconoscibile la nostra città nel panorama nazionale ed internazionale”.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.