AGROPOLI

RIGOLI PERDE LO SCONTRO CON LA SOCIETA’ E ALLONTANA L’AGROPOLI DALLA VETTA,SOLO UN PAREGGIO CONTRO IL SORRENTO BABY TRASCINATO DA UN SUPER PIPPO VISCIDO

AL TECNICO ERA STATO IMPOSTO DALLA SOCIETA’ L’ALLONTANAMENTO DI ALLERUZZO.MALUMORE DEI GIOCATORI CHE STAVANO BENE E NON HANNO GIOCATO

SORRENTO AGROPOLIS’infrangono in costiera i sogni dell’Agropoli. Il tracollo tattico di Rigoli si consuma davanti ad un Sorrento privo di ben 4 titolari e guidati da uno straordinario Viscido in grado di  cantare e portare la croce di una squadra in convalescenza ma pronta per lanciare alle rivali la sfida salvezza. Un primo quarto d’ora dell’Agropoli ben giocato dove ha trovato il goal con Ragosta poi l’esperienza di Chiancone ha fatto il resto. Si è praticamente bevuto Rigoli il quale si ostina a far giocare giocatori infortunati e fuori condizione e rotti come nel caso di Alleruzzo il quale nella partita precedente pur giocando malissimo aveva camuffato la sua negativa prestazione con un golletto  mentre a Sorrento ha fatto ancora peggio propiziando il pareggio dei locali e giocando una partita non da ex giocatore ma da uno che il pallone non lo ha mai giocato. La società aveva avvertito Rigoli di mandare  Alleruzzo a casa ma l’allenatore continua a schierarlo a scapito dell’Agropoli e quando nel secondo tempo è stato costretto a sostituirlo l’Agropoli ha avuto 4 nette palle goal e poteva vincere la gara. Il pareggio del Sorrento è arrivato nel secondo tempo in avvio con un goal strepitoso di Schiavone poi i costierini hanno imbrigliato  l’Agropoli meritando anche il pari fino a quando Rigoli non si è deciso a mandare in campo Arena che fa la differenza sempre e quando io Sorrento ha perso Viscido a centrocampo per affaticamento muscolare e a quel punto le pretese di vittoria dell’Agropoli sono sbattute contro il portiere Lombardi  del Sorrento capace di di esaltarsi e negare la vittoria ai delfini. Sconfortati e pieni di delusione sono tornati a casa i tifosi dell’Agropoli giunti speranzosi a Sorrento per sostenere la squadra che però li ha delusi. Non vincere contro un Sorrento così rimaneggiato è stato per i supporter cilentani una amara presa di coscienza che forse anche per quest’anno  diventa difficile  vincere anche se fare un buon campionato di vertice è sempre prestigioso per la storia del club.Rigoli così bravo e così preparato si è intestardito a fare scelte indigeste alla società. I dirigenti lo avevano avvertito.Noi lo avevamo messo in guardia alla vigilia. Ora hanno il muso lungo i giocatori che stanno bene e non giocano,La società anche e la tifoseria pure. Rigoli si faccia l’esame di coscienza e si assuma le responsabilità. Ora c’è il riposo,poi si riparte in casa dalla gara con il Due Torri. Nel calcio si volta pagina sempre e a prescindere. E Rigoli rappresenta comunque una grande risorsa oltre che una guida importante per l’Agropoli.

La pagella
Maiellaro 6 sempre attento e lineare,è stato poco impegnato ma è sempre concentrato.
Viscrdi 7 bene bene,gioca alla grande sempre, è pronto sia in fase offensiva che difensiva.
Russo 6 la solita ottima partita senza sbavature e con ottimi propositi.
Esposito 6 aveva di fronte un mostro sacro come Viscido e lo ha sofferto per tutta la gara però il suo lo fa sempre.
Panini 6 Gara molto accorta,ha chiuso bene e ha proposto  come da fare lui.
Cuomo 6 Vale lo stesso discorso di Panini,gara attenta e senza sfumature,una colonna.
Alleruzzo 4 stendiamo un velo pietoso. Se questo è il giocatore è messo male ma dato che lui era bravo ma è affetto da una pubalgia cronica e si trascina le gambe,saltella e non contrasta tranne qualche fallo e qualche inserimento va tenuto fuori dal progetto altrimenti succede quello che è successo oggi,è controproducente. Rigoli lo fa giocare chissà per quale motivo e ne paga le conseguenze l’Agropoli.
Berretti 6 sotto tono rispetto alle altre prestazioni anche lui si è imbattuto in quel mostro sacro che è Viscido che ha giganteggiato a centrocampo per il Sorrento per cui non ha dato il contributo di sempre.
Tarallo 5 i centrali difensivi del Sorrento lo hanno marcato bene e lui oltre a qualche sponda non ha inciso ma fisicamente sta bene e si vede.
Ragosta 6,5 buon primo tempo bagnato con il goal iniziale poi si è spento.
Canotto 7 la solita ottima gara,toccato duro da Viscido nel primo tempo,ha sempre saltato l’uomo ma ha risentito della mancanza di supporto della squadra.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.