AGROPOLI

ROCCADASPIDE,ATTENTATO A DUE AMBULANZE SI PENSA AL RACKET

ROCCADASPIDE INCENDIO AMBULANZERoccadaspide. Attentato incendiario, questa notte, ai danni di  due ambulanze del 118 di proprietà della ditta Caputo. Il mezzo era stato acquistato da pochi giorni. Il fatto è accaduto intorno alle 2 nell’area sottostante al Piazzale della Civiltà dove si trova l’aula consiliare e la scuola media.  Nell’incendio è rimasta coinvolta anche una seconda ambulanza che grazie all’intervento di alcuni operatori del 118, un vigilante e un operaio del Comune non è andata distrutta, ma ha subito solo dei danneggiamenti. Il bilancio avrebbe potuto essere ancora più grave considerato che all’interno dell’area sono parcheggiati solitamente anche altri mezzi che erano stati spostati in previsione del mercato settimanale che si svolge ogni lunedì. Dai primi rilievi, effettuati dai carabinieri della locale stazione, è emerso che si tratta di un’incendio doloso, dal momento che intorno all’automezzo sono stati rinvenute tracce di benzina. Coinvolte nell’incendio anche le pareti dell’immobile sovrastante annerite dal fumo delle fiamme. Sul posto i vigili del fuoco di Eboli. Sono in corso le indagini per capire se si tratta di un atto vandalico o una forma i intimidazione. Sul posto questa mattina per verificare l’accaduto anche il sindaco Girolamo Auricchio. <<   Il danno è enorme per il proprietario delle ambulanze, una distrutta e l’altra parzialmente danneggiata – afferma Auricchio – riguardo le strutturecomunali sembra che i danni non sono gravi.Un episodio molto grave mi auguro che sia fatta chiarezza. Se sarà trovato il colpevole faremo tutti i passi dovuti e ci costituiremo parte civile. A Roccadaspide episodi simili non si verificano. Il danno poteva essere ancora più grave se non fosse stato lunedì nell’area sarebbero state presenti anche le altre ambulanze>>. 

download (2)

 

download (1)

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.