AGROPOLI

SALERNO TAPPEZZATA DI MANIFESTI PER L’ADDIO AL CAGNOLINO FIUME TROVATO IMPICCATO A MONTEMILETO

CANE IMPICCATOSALERNO. Per l’ultimo saluto a  “Fiume” – il cagnolino così soprannominato per il luogo dove è stato ritrovato impiccato a Montemiletto (in provincia di Avellino), all’inizio del mese di marzo – c’è stata una mobilitazione straordinaria . A cominciare dall’associazione irpina  “Proposta concreta” e proseguendo per tutti coloro che hanno a cuore le sorti degli animali. E da ieri sera anche gli spazi di pubblica affissione della città di Salerno sono stati completamente tappezzati di manifesti,che danno il triste annuncio della scomparsa atroce del cagnolino e che invitano a partecipare domenica 29 marzo, giornata in cui si celebrano le Palme, alla cerimonia  della sua cremazione. Il cagnolino sarà poi manifesti caneaccolto gratuitamente nel cinerarium del Cimitero degli animali di Baiano. Verrà apposta anche una targa che lo ricorderà e dovrà essere un monito per tutti coloro che infieriscono sugli “amici a quattro zampe”.Anche il sindaco di Baiano, Enrico Montanaro parteciperà alla cerimonia di cremazione,  che si terrà con inizio alle ore 10,30 nel cimitero degli animali “Il Riposo di Snoopy”. “Dobbiamo rendere noti questi episodi gravissimi e condannare in tutti i modi chi compie questi atti di crudeltà verso gli animali – ha commentato sulla pagina Facebook de ” il Riposo di Snoopy” – Voglio anche ringraziare quest’associazione per la sensibilità avuta nell’accogliere nel cimitero degli animali, il cane, che gente senza scrupoli, ha impiccato”.I responsabili della struttura, che accoglie gli animali di affezione una volta conclusa la loro vita terrena, si sono offerti di accogliere degnamente il cagnolino, che ha avuto la sfortuna di imbattersi in qualcuno senza scrupoli che gli ha legato un cappio al collo e lo ha impiccato sotto al ponte in località Isca del Mulino, nei pressi del fiume Calore.Il meticcio è stato uritrovato da un consigliere comunale di “Proposta Concreta” di Montemiletto, in provincia di Avellino. Gli agenti della polizia municipale del comune irpino hanno avviato le indagini per risalire all’identità dell’autore di tale orrore.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.