AGROPOLI

SALERNO,ACCOLTELLAMENTO AL GENOVESI IL RAGAZZO E’ FUORI PERICOLO

Sal - 15 02 2016 Salerno Accoltellamento Istituto Genovesi. Nella foto la polizia all'interno dell'istituto Genovesi foto Tanopress/Francesco Pecoraro

SALERNO – Migliorano notevolmente le condizioni di salute dello studente 15enne accoltellato da un compagno di scuola in un corridoio dell’istituto tecnico “Genovesi” a Salerno. I medici del reparto di rianimazione dell’azienda ospedaliera universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” hanno risvegliato dal coma farmacologico il giovane paziente il cui decorso sembra procedere senza intoppi. L’accoltellamento di Carmine S. fu l’epilogo di un litigio con un compagno di scuola, Giovanni I. di 16 anni, che attualmente è detenuto nel carcere minorile di Nisida con l’accusa di tentato omidicio aggravato da futili motivi.Il litigio finito nel sangue tra i due studenti sarebbe scaturito da un ombrello rotto (sottoposto a sequetro) ma la circostanza non ha mai convinto gli investigatori che pensano ad una forte acredine tra i due protagonisti della vicenda. Il motivo di tale acredine non sembra ancora chiaro anche se l’aggressore, in sede di interrogatorio di garanzia, ha riferito che “aveva paura di Carmine” raccontando anche di presunte minacce subite nel corso dei mesi precedenti. Timore che scaturiva anche dalla prestanza fisica del compagno di scuola.

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.