AGROPOLI

SALERNO,AL SAN LEONARDO DUE BADANTI SI PROSTITUISCONO NEI BAGNI

ospedale_ruggi_salernoUn’italiana e una slava si prostituirebbero tra le corsie dell’Ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragone offrendo le prestazioni in bagni e depositi dell’ospedale.  Due le donne che dal tardo pomeriggio fino a notte fonda offrono il loro corpo a pagamento. Da alcune settimane si aggirano tra le corsie del nosocomio multizonale non destando sospetti perché mai truccate o vestite con abiti succinti, comportandosi come chiunque si rechi in visita ai propri cari ricoverati.A tradirle, però, il gradimento riscontrato presso i clienti colpiti dalle loro prestazioni sessuali che secondo molti sarebbero fornite a prezzi competitivi rispetto a quelli comunemente praticati all’esterno dell’ospedale. Rapporti consumati all’interno dei servizi igienici aperti al pubblico ed anche in alcuni depositi posizionati lontano dai reparti dello stesso nosocomio. Secondo quanto emerso le giovani donne impegnate a prostituirsi sono una italiana e una slava, entrambe conosciute all’interno dell’ospedale perché spesso presenti come badanti di alcuni ricoverati bisognosi di assistenza poiché non autonomi. Su questa vicenda ora il Comune di Salerno è pronto ad accendere i riflettori sul caso convocando a Palazzo di Città i responsabili della struttura sanitaria. Mentre in via San Leonardo i dirigenti del nosocomio hanno già annunciato controlli serrati per capire quanto sta accadendo in alcuni reparti del “Ruggi” e individuare eventuali responsabili, i consiglieri comunali di Salerno già martedì si ritroveranno al terzo piano di Palazzo Guerra per portare sul tavolo della commissione Politiche Sociali la delicata questione.

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.