AGROPOLI

SALERNO,ANCORA UN ATTO DI BULLISMO FUORI DALLE SCUOLE,PICCHIATO E MASSACRATO DI BOTTE UN GIOVANE ALL’USCITA DALLE LEZIONI

bullismoUn atto di inaudita violenza si è registrato all’uscita di un istituto scolastico di Salerno con in corso serrate indagini da parte degli agenti di polizia per individuare gli autori di un’aggressione svoltasi per diversi minuti sotto gli occhi di centinaia di persone che invano hanno tentato di riportare la pace dividendo i contendenti di cui uno ha dovuto poi fare ricorse alle cure dei sanitari. Una vicenda che ripropone la problematica del bullismo oggetto di azioni mirate al contrasto anche da parte dell’amministrazione comunale, della Curia ed associazioni.Lo studente sedicenne prima accerchiato e successivamente pestato a sangue per diversi minuti all’uscita di scuola da un branco di sei coetanei che lo hanno colpito ripetutamente in ogni parte del corpo con pugni, calci e utilizzando anche diversi caschi. Senza pietà. Benchè sanguinante non si potesse difendere anche una volta a terra, nonostante le sue grida di dolore lancinanti. Un vero e proprio agguato quello ai danni del sedicenne verificatosi nel centro di Salerno alle tredici e trenta di ieri davanti al portone di ingresso di un istituto superiore ed in seguito al quale il giovane ha dovuto fare ricorso alle cure dei medici dell’ospedale “Ruggi” che gli hanno diagnosticato una prognosi di venti giorni per le lesioni multiple riportate al volto, sulle gambe ed al torace. Ancora da chiarire le ragioni di questo assurdo pestaggio. Nel mirino del branco anche una docente  che aveva cercato di sedare la rissa. Secondo Metropolis la “vendetta” sarebbe scaturita dal passaggio in scooter che il 16enne avrebbe dato aal fidanzata di uno degli aggressori.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.