AGROPOLI

SALERNO,CAMBIA L’ACCUSA PER L’ASSASSINO DI SASSANO,DA OMICIDIO VOLONTARIO A OMICIDIO PLURIMO COLPOSO,ARRESTI DOMICILIARI

GIANNI PACIELLO 1Omicidio plurimo colposo e arresti domiciliari. E’ stata questa la decisione adottata questa mattina dal GIP del Tribunale di Lagonegro al termine dell’udienza di convalida dell’arresto di Gianni Paciello. Il 22enne è il responsabile della morte di 4 ragazzi, Daniele Paciello, 19 anni, Giovanni Femminella, 16 anni, e suo fratello Nicola, 22 anni, e Luigi Paciello, 15 anni, fratello di Gianni Paciello, avvenuta domenica pomeriggio a Sassano.  Gianni Paciello era alla guida della sua auto, una Bmw di grossa cilindrata, ha investito ed ucciso quattro giovani, tra i quali anche suo fratello, seduti dinanzi ad un bar ubicato nella frazione Silla di Sassano. L’udienza di convalida si è svolta presso l’ospedale San Leonardo di Salerno dove attualmente Paciello si trova piantonato per le ferrite riportate nell’incidente. E’ stata quindi derubricata l’accusa iniziale di omicidio plurimo volontario che si basava su due elementi probanti essenziali fondati sia sul fatto che il giovane è risultato avere un tasso alcolemico di circa tre volte superiore ai limiti consentiti dalle vigenti normative sia sull’alta velocità della vettura che conduceva. Gli inquirenti hanno, in merito, acquisito alcuni filmati grazie ai quali è stato appurato che l’auto viaggiava alla velocità di 135 km orari in pieno centro abitato.