AGROPOLI

SALERNO,CAMERA DI COMMERCIO VIA LIBERA PER PRETE

 
SALERNO. Confindustria Salerno, al termine della riunione di giunta, ha dato il via libera all’imprenditore Andrea Prete, attuale Past President, in funzione dell’esperienza maturata alla guida dell’Associazione degli Industriali e del ruolo svolto negli anni in seno al Consiglio Camerale, per guidare la Camera di Commercio di Salerno.Il Consiglio Direttivo di Confindustria Salerno all’unanimità, nel condividere la proposta, ha dato pieno mandato al presidente Mauro Maccauro di proseguire il dialogo con le altre organizzazioni di rappresentanza al fine di addivenire nei tempi più brevi possibili alla definizione del nuovo assetto di governance della Camera di Commercio di Salerno.Il tempo stringe e necessariamente devono essere trovati, nel giro di pochissime ore, almeno 19 voti per far eleggere Andrea Prete nel Consiglio convocato per mercoledì prossimo, in prima o seconda seduta. Perché gli industriali possono contare su 4 elettori (Maccauro, Prete, Agostino Gallozzi e Aniello Russo), in quanto oramai Antonio Ilardi, Antonio Lombardi e Alfonso Cantarella non fanno più parte del gruppo.E ai quattro di Assindustria se ne devono aggiungere almeno altri 8, di componenti del Consiglio camerale cooptati e già convinti della bontà dell’operazione dai “delegati” del presidente della Regione, Vincenzo De Luca, che ha deciso di mettere il suo “timbro” pure su questa elezione.All’appello, dunque, mancano ancora diverse preferenze ed è necessario darsi da fare e, in particolar modo, convincere gli indecisi che sembrano rappresentare la maggioranza. E la strategia può avere successo solo attraverso dei confronti diretti. Altrimenti si corre il rischio che l’elezione slitti di almeno 15 giorni, in quanto nella terza seduta basteranno 18 voti per nominare il nuovo presidente.Stavolta, tuttavia, non è una questione di nomi, perché Prete sembra essere un candidato in grado di soddisfare un po’ tutti. Tutto ruota attorno all’accordo politico che, tradotto in soldoni, significa giunta allargataa 9 membri (e senza maggioranza per il presidente), e il coinvolgimento di tutte le categorie negli organismi collegati all’Ente camerale, come Intertrade, l’aeroporto e la Fondazione.

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.