AGROPOLI

SALERNO,IL SEGRETARIO DI CALDORO AMATRUDA SCENDE IN CAMPO UFFICIALIZZATA LA SUA CANDIDATURA NEL CENTRO DESTRA

amatrudaGaetano Amatruda è ufficialmente il candidato sindaco del centrodestra per il Comune di Salerno. Nel pomeriggio di ieri, presso il comitato elettorale situato in via Dei Principati, i vertici cittadini e provinciali di Forza Italia, Noi con Salvini, Nuovo Psi e Rivoluzione Cristiana (fatta eccezione per Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale che continua a puntare sul nome di Antonio Iannone) hanno confermato la sintesi politica raggiunta nelle scorse settimane e lanciato quindi nell’arena elettorale il giornalista trentottenne originario di Mariconda. “Adesso si parte con un progetto per costruire un’alternativa in questa città e creare la città delle opportunità per tutti e non per pochi; per rilanciare la zona industriale di Salerno; per immaginare uno choc fiscale in virtù del fatto che i salernitani pagano le tasse comunali più alte d’Italia sulle famiglie e sulle attività commerciali; per valorizzare la città turistica non a chiacchiere ma con i fatti” ha affermato Amatruda spiegando alcuni punti cardine del suo programma elettorale.Poi ha lanciato diverse critiche alle amministrazioni comunali di centrosinistra degli ultimi anni: “Si parte, allo stesso tempo, per dar vita ad una rivoluzione sulla trasparenza poiché in questi anni è stata sconosciuta dai cittadini con assunzioni fatte per pochi fortunati, non ci sono procedure trasparenti, il Comune non è una casa di vetro ma è troppo spesso opaca. Si parte per recuperare le cose buone che si sono fatte e costruire una Salerno nuova che parli a tutti e non a pochi”. Quanto alle alleanze il giornalista ha aperto a Fratelli d’Italia-An: “Noi siamo la coalizione di centrodestra e uncantiere aperto agli altri partiti e alle associazioni perché crediamo che il meglio ci sia anche fuori dalle forze politiche. I partiti hanno un senso solo se parlano alla città e intercettano il malessere che esiste. Il ragionamento con Fdi-An deve essere ancora aperto. Abbiamo governato insieme la Provincia e la Regione Campania. Non vedo motivi per dividersi. Bisogna ragionare – ha concluso Amatruda – sulla prospettiva e sulle cose da fare non nelle segrete stanze dei partiti ma con la città tutti i giorni”. Presenti in sala numerosi esponenti politici, rappresentanti della società civile e futuri candidati al consiglio comunale come l’ex calciatore granataDavid Mounard, simbolo del “calcio pulito”. Il giocatore di origine francese, infatti, nel 2013 si rivolse alla Procura Federale di Roma denunciando con coraggio il tentativo di alterazione del risultato di una partita nel campionato granata, ha aderito al programma politico di Amatruda. Insieme lavoreranno ad un piano concreto a favore dello sport e delle politiche giovanili.

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.