AGROPOLI

SALERNO,NELLA STAZIONE DI MERCATELLO LA NOTTE DEI SENZA TETTO

SENZA TETTO MERCATELLOUomini e donne, giovani e meno giovani, provenienti dalla Romania, dall’Est Europa, ma anche dal salernitano, hanno trovato riparo per la notte presso la stazione della metropolitana di Mercatello, dove sono stati accolti su iniziativa dell’assessorato comunale alle Politiche Sociali, grazie alla collaborazione della Protezione Civile Comunale, della Caritas Diocesana e dell’’associazione L’’Abbraccio Onlus. Non molti i posti a disposizione nel locale allestito per far fronte all’emergenza gelo: un gruppo di romeni ha preferito recarsi sotto i ponti, come ogni sera, per avere più spazio per sistemarsi.CONTINUA.

Il clima rigido rende ancora più difficile, tuttavia, trascorrere la notte, anche per chi, senza un tetto su cui contare, si è abituato a tale disagio, nonostante tutte le difficoltà ed i rischi del caso.”A dormire sotto i ponti o presso la stazione sono circa una trentina a Salerno – raccontano i volontari dell’Unità di Strada della Caritas – Non sono solo stranieri, ma anche italiani finiti in povertà, in qualche caso per problemi di dipendenza, ma anche per problemi familiari ed economici”. Diversi i giovanissimi, specie stranieri, che si trovano a vivere senza una casa per le più svariate ragioni. Una coperta e dei cappelli, purtroppo, non possono bastare per proteggerli dalle intemperie e dal gelo. Una realtà parallela a quella “visibile”, dunque, presso la stazione di Mercatello, in occasione dell’iniziativa di accoglienza che apre una finestra su una piaga sociale che va oltre l’emergenza meteo: l’ermarginazione sociale. Senza tutela alcuna, i senzatetto vivono alla giornata, senza avere certezza alcuna sul presente e sul futuro, troppo spesso nell’indifferenza generale.FONTE SALERNOTODAY

SENZA TETTO MERCATELLO

 

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.