AGROPOLI

SALERNO,QUANTA COMMOZIONE PER SIMONE O’BIONDO

torrioneSembrava una ordinaria storia di droga, almeno inizialmente. Ed invece la morte di Simone Colicino il39enne tifoso della Salernitana trovato morto in una stradina antistante la spiaggia di Torrione nella domenica delle Palme ha lasciato senza parole quanti conoscevano questo ragazzo apprezzato e ben voluto da tutti. Migliaia i commenti sul web ed i messaggi di cordoglio per Simone sul cui decesso è in corso una indagine. Il ragazzo era molto conosciuto nella zona orientale ed in particolare a Torrione.  Nella notte tra sabato e domenica la morte ha stroncato una vita ancora giovane. Ora si procede con le indagini. L’intento è di scoprire chi le cause del decesso e se si è trattato di una overdose fatale. Si indaga anche per risalire a chi ha venduto la droga al trentanovenne salernitano. Sull’episodio indagano i carabinieri di Salerno agli ordini del maggiore Gennaro Iervolino. All’arrivo dei soccorsi non c’era già più nulla da fare: i medici del 118 hanno provato a rianimarlo ma inutilmente in quanto al loro arrivo l’uomo era già cianotico e privo di battito cardiaco.Su facebook in tanti lo ricordano con il soprannome “biondo”. Tra i messaggi sul social network ce ne è uno particolarmente toccante che riproponiamo: “Ogni volta che ti facevo un piacere mi dicevi sempre: ‘un giorno ricambierò’. Quando stavamo quasi sotto casa tua dicevi sempre ‘metti la freccia’. Oggi ti dico grazie per tutte le cose giuste che mi hai detto. Chi ti conosce bene sa Simone chi era Simone. Bió sei la STORIA.  Credimi,  non vederti più mi fa stare male.  Tvb bió nn riesco a nn pensarti forse perché eri sempre in mezzo alle mie giornate  o forse perchè più di un amico eri un fratellone”. 

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.