AGROPOLI

SALERNO,SINDACO SOSPESO GIA’ PRONTO IL RICORSO AL TAR E INTANTO DE LUCA SPARA SUL PD

DELUCAMATTINOPotrebbe essere presentato già nei prossimi giorni dinanzi al Tar il ricorso di Vincenzo De Luca, il sindaco di Salerno sospeso dalla carica per effetto della legge Severino dopo aver riportato una condanna per abuso d’ufficio.I suoi legali sono in queste ore al lavoro. Come conferma anche il vice sindaco Vincenzo Napoli che ha assunto la guida del Comune dopo il provvedimento nei confronti dell’ex primo cittadino: «Sara’ immediatamente proposto ricorso al Tar finalizzato ad ottenere l’immediata sospensione del provvedimento prefettizio».«Ritengo insopportabile – dice Napoli – che una sentenza per me inspiegabile e un dispositivo di legge ingiusto e incostituzionale (la legge Severino, ndr) possano intervenire pesantemente sulla vita politica e amministrativa cittadina, annullando meriti indiscussi e tangibili e mettendo in mora un mandato elettorale affidato con la percentuale del 75%».«Credo – spiega Napoli – sia inutile aggiungere altro alle dichiarazioni di alto valore morale e istituzionale rese dal sindaco nell’incontro con i cittadini di ieri sera. Il sindaco aiuterà a portare a compimento il lavoro di trasformazione urbana e di rilancio economico della città a cui ha dedicato anni di dedizione e abnegazione. L’amministrazione proseguirà nel suo lavoro con maggiore lena e il mio sarà un compito che svolgerò con puro spirito di servizio».Nuovo affondo del sindaco di Salerno sul Partito democratico. In alcuni twit il candidado alle primarie conferma di essere ancora in corsa: «Per le primarie sono in corsa e io rimango in corsa. Chi si candida rispetti regolamenti e leggi, e che il Pd proponga candidati a testa alta». E posi, in maniera non tanto chiara, scrive:”Più che altro, il problema per chi lascia il è: ma chi vi si piglia”.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.