AGROPOLI

SALERNO,SMS SCONCERTANTI DOPO L’OMICIDIO DI FORNELLI TRA L’OMICIDA E LA FIGLIA DELLA VITTIMA

luca-gentile«Maroooo! che ti devo combinaà». «Mamma mia amò come ti volevo ti desideravo… me fai ascì pazz». «Pure io tesò ti volevo togliere tutto :)». «Aaah sei un po’ biricchino anche tu?». «Amò ti farò dire mamma aiutami». «Amò finiscila ti prego sto comm a na pazz». Sono soltanto alcuni dei messaggi whatsapp che Luca Gentile (difeso dagli avvocati Enrizo Lizza e Gino Gassani)e Daniela Tura (difesa dall’avvocato Antonietta Cennamo) De Marco si scambiano dopo le 23 del 19 febbraio dello scorso anno. Subito dopo l’omicidio di Eugenio Tura De Marco. Messaggi che i due ragazzi avevano deciso di cancellare ma che i carabinieri del Racis sono riusciti ad estrapolare dai loro cellulari. Messaggi in alcuni casi anche «spinti» dinanzi ai quali gli inquirenti sono rimasti interdetti perché la coppia parlava di sesso pochi minuti dopo che il padre di Daniela era stato ucciso dal suo fidanzato. Organizzavano il loro incontro, la loro «prima volta», scambiandosi le più intime sensazioni e i desideri più nascosti.Luca ad inizio della lunga chattata è laconico: «Sei tu che comandi la vita mia amore ti amo». La ragazza gli chiede: «Gli hai sparato?» e lui le risponde: «Muoio prima che me piglian». I due poi giocano sul detto e non detto: «Ti vedo strana». «Non sono strana». «Io non volevo questo». «Ok ti amooo». Lei, poi, riferendosi all’incontro che avevano avuto al parco del Mercatello nel pomeriggio quando, secondo gli inquirenti, avrebbero organizzato l’omicidio, dice al suo Luca: «Stasera eri talmente bello che…Ti amo voglio farmi una famiglia con te voglio vivere con te capisci». «Pure io amore mio», gli risponde lui.
Ma questi non sono i soli messaggi che gli uomini del Raggruppamento carabinieri investigazioni scientifiche di Roma hanno trovato nei loro telefoni. C’è anche altro. E c’è altro anche nella memoria del telefono della vittima. Messaggi anche questi inequivocabili che sono stati consegnati nelle mani del sostituto procuratore Elena Guarino ed ora inseriti negli atti del fascicolo.FONTE IL MATTINO

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.