AGROPOLI

SALERNO,”SPIATI”GLI ESAMI DA AVVOCATO E’ CAOS

AVVOCATI 1SALERNO. Il telefonino che doveva registrare le valutazioni della commissione d’esame per l’abilitazione alla professione di avvocato era stato poggiato accanto a un paio di occhiali, come un oggetto dimenticato insieme ad altri in un attimo di distrazione. Solo quando i commissari si sono avvicinati hanno scoperto che il cellulare era acceso ed era stato lasciato in modalità “rec”, così che quando il proprietario sarebbe tornato a riprenderlo avrebbe potuto ascoltare la registrazione di tutto quanto era stato detto durante lo scrutinio.A quel punto è stata allertata la polizia, l’apparecchio è stato portato in questura e si è poi appurato che appartiene a una donna, che non era nella lista dei candidati ma aveva accompagnato uno degli aspiranti avvocati. Non è chiaro se la registrazione fosse iniziata durante il colloquio d’esame, e davvero il telefonino sia stato poi dimenticato prima di lasciare l’aula, o se invece tutto fosse frutto di un piano, che prevedeva di ascoltare le valutazioni espresse dai commissari e rilevare eventuali incongruenze.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.