AGROPOLI

SALVINI APPLAUSI A SALERNO,IL LEADER DELLA LEGA NORD ACCOLTO COME UN MESSIA/VIDEO

Salvini (1)

vespa salviniNon sono mancate polemiche architettate di soliti rifondaroli comunisti mischiati con i grilini ma erano una decina e uno solo ridava in un megafono. Salvini ha parlato da leader riuscendo a strappare lunghi applausi.L’eurodeputato, prima di iniziare il dibattito con il giornalista Bruno Vespa, aprendo così la prima giornata di Panorama d’Italia, si è trattenuto diversi minuti con il sindaco Vincenzo De Luca nella sua stanza. Ad attenderlo nella sala del municipio. centinaia di persone.Il sindaco di Salerno è sembrato favorevolmente impressionato da leader della lega vesap salvini 1nord.Nel corso del faccia a faccia con Vespa, Salvini ha poi lanciato un chiaro messaggio politico. “Saremo presenti alle regionali con una lista che naturalmente non si chiamerà Lega.A breve comincerò un giro nel Sud. Da novembre inizierò a girare in lungo e in largo il Sud, magari partendo proprio da Salerno. Ci sono 9 regioni al voto la prossima primavera, noi ci saremo Il nome col quale correrò? Il Carroccio nel Meridione è da decidere, “Lega dei popoli” oppure attraverso delle liste Salvini, non lo so, per me i nomi contano poco”, dice il segretario federale. Difficilmente, a detta di Salvini, la Lega si alleerà col Ncd di Alfano. “Il ministro del mare nostrum – dice – non potrà fare parte della coalizione perchè se la linea è la coerenza, non puoi decidere di chiamarti Nuovo Centrodestra per poi governare col centrosinistra”. A chi gli fa notare che nel Veneto c’è già un’alleanza Ncd-Lega, Salvini risponde secco: “chi vivrà vedrà, del resto penso ci saranno molti cambiamenti. Non penso che avremo a che fare con la stesse categorie politiche di oggi, ma la Lega ci sarà, si dice convinto.E ancora: “Proporrò ai cittadini del centro-Sud un programma, il nome della lista non m’appassiona. Chi sarà d’accordo sui 5, 6 punti di questo programma, (il contrasto all’immigrazione senza controllo, la difesa dell’agricoltura, il no alla legge Fornero e agli studi di settore, un’aliquota fiscale unica al 30%) saprà che potrà votarci”. Stoccate al Pd: “Renzi vuole andare a votare più di ogni altra cosa. Ma la metà dei suoi deputati – ha aggiunto Salvini – non vuole andare a votare perchè non sarebbe rieletta. È una partita tutta interna al Pd quella che si sta giocando”.