AGROPOLI

SALVINI HA NOMINATO I COORDINATORI PROVINCIALI IN CAMPANIA, A SALERNO MARIANO FALCONE

falcone-300x336Per le Regionali il destino è ancora tutto nelle mani di Matteo Salvini ma sui territori il movimento che fa riferimento al leader della Lega è già realtà. E sbarca anche in Campania con un seguito di tutto rispetto. Al progetto “Noi con Salvini” pare che abbiano già aderito numerosi iscritti ed anche amministratori locali, al punto che il movimento si è strutturato di coordinatori provinciali che a loro volta stanno mettendo su organigrammi sui territori. Così, dopo il vertice con il senatore Volpi, vicepresidente di Noi con Salvini, sono stati ufficializzati i coordinatori: Salvatore Verrillo per Benevento, Gianluca Cantalamessa per Napoli, Rocco Guerriero per Avellino, Enrico Trapassi per Caserta e Mariano Falcone(FOTO), già consigliere comunale di Scafati, per Salerno. Nel salernitano sono già quaranta i riferimenti di Salvini. Ad annunciarlo lo stesso Falcone: «Stiamo organizzando il movimento sul territorio. Siamo in forte crescita, molti referenti li abbiamo già ed altri ancora li stiamo individuando per coprire l’intera provincia di Salerno». Tra i primi nomi ci sono quelli di Rosario Peduto (già portavoce cittadino a Salerno dei Fratelli d’Italia), Guido Carpinelli e Francesco Pisacane. «L’obiettivo – spiega Falcone – è quello di creare il movimento su tutto il territorio provinciale ed essere innovativi nell’azione politico, portare avanti le battaglie di identità del Sud nel caso della nostra provincia di valorizzazione delle eccellenze e di denuncia delle problematiche. Vogliamo essere una comunità di valori e di militanza che mette la gente che oggi è maltrattata da un governo fantoccio che fa gli interessi della finanza internazionale e quindi vogliono essere baluardo nella difesa della gente. Ci riconosciamo nella leadership di Matteo Salvini e abbiamo una nostra identità. Vogliamo dimostrare – dice ancora il referente provinciale – che il Sud non è fatto solo da politici conniventi o incapaci che hanno trasformato la nostra terra in quella che è definita terra dei fuochi con l’intervento di imprenditori senza scrupoli e della camorra. Noi abbiamo le caratteristiche per esprimere una classe politica e dirigente all’altezza e faccia gli interessi dei territori. La maggior parte di coloro che negli ultimi decenni hanno governato in Campania, avendo anche dei ruoli nazionali, non si è dimostrata capace di difendere il popolo». Per ora, in attesa di conoscere cosa accadrà a livello regionale, l’organizzazione parte dai territori. «Siamo in costante crescita – dice Falcone – e non escludiamo la presentazione della lista in alcune competizioni amministrative. Per ora la nostra attenzione è rivolta ai grossi centri ma non escludiamo la nostra presenza anche nei comuni più piccoli. Naturalmente siamo in attesa di conoscere gli sviluppi della vicenda regionale che credo – conclude – nei prossimi giorni sarà chiarita. Matteo Salvini è in contatto costante con i referenti territoriali».

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.