AGROPOLI

SAN MATTEO,I FUOCHI SI FARANNO A CURA DEI FEDELI SENZA I PERMESSI

FUOCHI SALERNO
Foto di repertorio

SALERNO. La notizia circolava già da qualche giorno. Perché un San Matteo senza fuochi d’artificio i salernitani – soprattutto quelli più veraci e maggiormente legati alle tradizioni – non lo potevano proprio tollerare per il secondo anno consecutivo. E così alcuni si sono organizzati per tempo. L’idea – così come anticipato nei giorni scorsi da “la Città” – è partita da alcune famiglie del centro storico che, quando alcune settimane fa hanno cominciato a diffondersi le prime voci sulla mancanza dello spettacolo pirotecnico ufficiale, hanno deciso di fare da soli, senza attendere le decisioni del Comune, ente che ha poi effettivamente confermato la sua volontà di non regalare ai salernitani un finale della loro festa col botto. Ma questa sera i fuochi d’artificio ci saranno eccome, anche senza l’autorizzazione di Palazzo di Città. La somma necessaria a pagare il materiale pirotecnico è stata raccolta, il fuochista è stato assoldato ed è stata anche scelta la location in cui le micce verranno accese.Il palcoscenico a terra dello spettacolo in cielo dovrebbe essere la scogliera che conduce al faro verde, all’imbocco del porto commerciale. Lì questa sera si celebrerà il rito negato, anche senza le dovute accortezze del caso: essendo uno spettacolo clandestino, non potranno infatti essere chiamati ad assistere alla procedura di accensione, a prestare supporto o a intervenire in caso di bisogno, né vigili del fuoco né personale sanitario. Ma al popolo dei fuochi questo non è sembrato importante, certi che basterà la benevolenza e l’assicurata protezione di San Matteo a garantire che tutto filerà liscio.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.