AGROPOLI

SCAFATI,IL SINDACO ALIBERTI SI DIFENDE: “MI DEVI DEVONO DIRE COSA HO FATTO,IL CONSIGLIERE DEL PD D’ALESSANDRO MI FECE PRESSIONI PER FAR IMPIEGARE LA MOGLIE AL COMUNE”

ALIBERTISCAFATI – Gli contestano accuse gravissime, ritenendolo al centro di un sistema di interessi che è oggetto di un’indagine dell’Antimafia di Salerno, ma lui, Pasquale Aliberti, al secondo mandato di sindaco, consorte del consigliere regionale Monica Paolino (anche lei coinvolta nell’inchiesta) non ci sta a farsi bollare come indagato per associazione mafiosa. «Aspetto di sapere di cosa mi si accusa», continua a ribadire.
Cosa sta succedendo sindaco?
«Vorrei saperlo anche io. Aspetto di capire cosa c’entro io in quest’inchiesta, cosa c’entra mia moglie, cosa c’entrano mio fratello e gli altri indagati, e quali sono i fatti che ci vengono contestati».

Non c’è scritto nell’avviso di garanzia?
«C’è scritto che vi sono indizi di reità nei miei confronti in ordine a reati come l’associazione a delinquere di stampo mafioso sulla base di dichiarazioni fornite da persone informate sui fatti».

Quali fatti?
«Non c’è specificato un solo episodio per cui sono state formulate quelle ipotesi di reato. Aspetto di conoscere i contenuti delle dichiarazioni acquisite da tali persone informate sui fatti».

Si è chiesto chi potrebbero essere?
«Tra costoro ci sono di sicuro i miei nemici politici, gli stessi che in questi anni hanno attaccato con ferocia la mia persona, gettando fango sulla mia famiglia, sulle persone a me vicine, perché incapaci di confrontarsi e contestarmi sul piano politico e amministrativo».

Secondo la Procura tutto avrebbe origine dalla bomba carta fatta esplodere davanti alla villa della famiglia del consigliere comunale PD Vittorio D’Alessandro.
«Il consigliere D’Alessandro a me non è mai pervenuto politicamente. L’unica vicenda per cui ha avuto particolare interesse È stata la stabilizzazione della moglie al Comune, fatto per cui non ha esitato a farmi pressioni politiche all’inizio del mio mandato».FONTE IL MATTINO

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.