AGROPOLI

SESSO SFRENATO,IL GIOVANE DI SOLOFRA RISCHIA L’AMPUTAZIONE DEL PENE

operazione_chirurgicaFa sesso per ore su una spiaggia del Salernitano con la sua ragazza e il pene che si danneggia. Dopo una prolungatissima erezione e una prestazione da record il 23enne, originario di Solofra in provincia di Avellino, si era procurato quella che in gergo si chiama “sindrome del chiodo rotto”.Ovvero lo strappo di alcuni muscoli del pene a causa dell’erezione mantenuta troppo a lungo. Il ragazzo si era danneggiato anche l’uretra. Visto che i dolori non passavano il 23enne si è confessato con la madre che, immediatamente, lo ha portato alla clinica Malzoni di Avellino per farsi visitare.Quando è arrivato nella struttura sanitaria l’organo sessuale del ragazzo rischiava seriamente di andare in cancrena e di essere amputato, per ciò è stato sottoposto d’urgenza ad un intervento di disostruzione delle vene del pene.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.