AGROPOLI

SI RISVEGLIO’ DAL COMA SENTENDO I CORI DELLA JUVENTUS,IGNAZIO HA INCONTRATO I SUOI CAMPIONI

LUPPINO CONTE Sono trascorsi due anni da quel giorno da incubo in cui, all’età di 17 anni, cadendo dalla bici, finì in coma farmacologico. Brividi, per la storia di Ignazio Luppino, ragazzo di Sapri che frequenta il liceo scientifico ‘Carlo Pisacane’. A risvegliarlo, a fine aprile del 2012, a detta del padre Tonino, sarebbero stati i canti della squadra del cuore: la Juventus.E, domenica sera al San Paolo, Ignazio ha coronato il suo sogno, in occasione della partita Napoli e Juventus. Il giovane ha incontrato i suoi beniamini, grazie all’impegno di una dirigente della società di Torino che ha preso a cuore la storia di “Ignazio, un miracolo targato Juve!”, come il papà ha scritto in una lettera inviata alla squadra. “Giornata memorabile per mio figlio Ignazio, grande tifoso della Juventus! – raccontà papà Tonino su Facebook –  Lo accompagno nei locali del grand hotel Parkers, dove si trovano i suoi idoli! All’ ingresso, troviamo subito alcuni tifosi del Napoli. Entro in albergo con Ignazio, al quale, da Torino, la società bianconera aveva inviato, in questi giorni, un lasciapassare speciale. Ad abbracciare Ignazio, i simboli della Juve: Mister Conte, Andrea Pirlo e capitan Gigi Buffon. Quest’ultimo, commosso, gli dice Mi raccomando, Ignazio, cerca di essere sempre forte. Bene! Naturalmente, Ignazio posa con altri giocatori, fotografato dal sottoscritto!”, ha concluso soddisfatto. Forti emozioni per tutti ed un grande in bocca al lupo per Ignazio, dalla sua squadra del cuore.

LUPPINO MARCHISIOLUPPINO ISLALUPPINO POGBALUPPINO LLORENTE