AGROPOLI

SINDACI DELL’AGRO IN PIAZZA CONTRO LA SOLOFRANA

sindaciSOLOFRA. Un’ottima rappresentanza delle istituzioni, c’erano tantissimi gonfaloni e fasce tricolori, così come buona è stata la presenza di cittadini attivisti di associazioni, movimenti e partiti politici. La marcia contro l’inquinamento, che questa mattina si è snodata per le principali strade di Solofra, ha raggiunto il suo risultato. In tanti sono scesi in piazza per dire no a chi non rispetta l’ambiente e avvelena intere popolazioni. Un monito non solo rivolto alle concerie solofrane, finite nel mirino degli organizzatori dell’evento, ma tutti coloro non fanno il proprio dovere utilizzando escamotage e mezzucci senza rispettare la legge.Un risultato che incoraggia ad andare avanti sulla strada della sensibilizzazione della cittadinanza. Emiddio Ventre, principale promotore della marcia, ha stilato un decalogo delle cose che le aziende dovrebbero fare, tra cui: censimento delle condotte e degli scarichi della rete fognaria e dei pozzi aziendali e civili, obbligando tutte le imprese a collegarsi al depuratore consortile; adeguamento dimensionale ed ammodernamento dei depuratori; ampliamento del Parco Regionale del Sarno in modo che inglobi anche Cavaiola e Solofrana. Un grazie ai comitati è arrivato dal sindaco di Nocera Inferiore,Manlio Torquato.E il 3 dicembre ci si rimette in cammino: è in programma la fiaccolata “Luci e speranze sul torrente Cavaiola”, per ribadire che non è solo una parte che inquina, ma si è tutti corresponsabili dell’attuale stato di salute del Sarno e dei suoi affluenti.

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.